Mondiali Russia 2018: Polonia-Senegal 1-2, un autogol e Niang affondano i polacchi

L'autorete di Cionek e il gol del francese regalano la prima vittoria al Mondiale di una squadra africana. Inutile il gol di Krychowiak nel finale

di ANDREA GHISLANDI

Altra grande sorpresa nel gruppo H dei Mondiali di Russia 2018. Allo Spartak Stadium di Mosca, il Senegal batte 2-1 la Polonia e regala all'Africa la prima vittoria nel torneo. La sfida è decisa da un gol per tempo: al 38' è decisiva la deviazione del difensore della Spal Cionek sul tiro di Gueye, mentre nella ripresa (61') un retropassaggio di Krychowiak manda in porta Niang. Tardivo il gol di Krychowiak all'86'. Giappone e Senegal a quota 3.

LA PARTITA

Come a Corea e Giappone nel 2002, il Senegal non sbaglia l'esordio al Mondiale. Lo scalpo odierno è meno illustre rispetto ai campioni in carica della Francia, ma la vittoria contro la Polonia è meritatissima e può valere già tanto nella corsa agli ottavi. I Leoni della Teranga giocano una gara tutta corsa e cuore e regalano all'Africa la prima vittoria nel torneo dopo le sconfitte al debutto di Egitto, Marocco, Nigeria e Tunisia. Un motivo di orgoglio in più. Mentre tutti si aspettavano un duello a distanza tra Lewandowski e Mané, tra i due litiganti si è inserito M'Baye Niang, grande protagonista della gara. L'attaccante del Torino ha avuto il merito di riconquistare la palla da cui è nato il primo gol ed è stato bravo ad approfittare del suicidio polacco in occasione del raddoppio. I meriti del Senegal e del tecnico Cissé sono tanti, ma gli errori e le incertezze dei polacchi hanno aiutato molto gli africani. Goffa l'autorete di Cionek, quasi da comiche il secondo gol partito da un retropassaggio sballato di Krychowiak, proseguito con l'indecisione di Bednarek e finito con l'uscita fuori tempo di Szczesny. Male, in conclusione, tutta la pattuglia 'italiana' schierata: Milik, Zielinski, Szczesny e Cionek. Mezzo tempo per Kownacki, briciole per Bereszynski. Dopo la prima giornata del gruppo H il verdetto è chiaro: Cenerentole al potere e big costrette a inseguire. Polonia-Colombia di domenica è già da dentro o fuori, mentre Giappone e senegalesi guardano tutti dall'alto in basso.

Nel primo tempo dello Spartak Stadium di Mosca va in scena un copione che in pochi si sarebbero aspettati. Non di certo i tifosi polacchi, che hanno assistito alla costante sofferenza di Lewandowski e compagni, mai pericolosi dalle parti di Khadim Ndiaye. Una manovra lenta e impacciata e la troppa imprecisione in fase di appoggio dei polacchi hanno favorito i ragazzi di Cissé, che ha schierato una squadra molto tecnica in avanti e dotata di grande corsa e forza fisica. Bravissimi in particolare Sabaly e Ismaila Sarr, due spine nel fianco per i bianchi di Polonia, mentre Niang, Mané e Diouf hanno tenuto in apprensione Szczesny pur con qualche imprecisione di troppo. Una gara piuttosto bloccata, viene così sbloccata in modo abbastanza fortunoso. E' bravo Niang a vincere il contrasto con Piszczek e a servire Mané che alza la testa e vede l'accorrente Gueye: il tiro fuori dallo specchio della porta del centrocampista dell'Everton viene deviato in modo decisivo dal difensore dello Spal Cionek alle spalle di Szczesny. Fanno festa i coloriti tifosi africani sugli spalti, mentre Milik e Lewandowski fanno la figura degli spettatori in campo non paganti.

Nawalka corre ai ripari e passa alla difesa a tre con l'inserimento di Bednarek al posto di Blaszczykowski. Lewa si procura e calcia la punizione che impegna Khadim Ndiaye e sembra dare segnali di risveglio, ma è solo un illusione. Giocano un po' meglio i polacchi, ma sbagliano troppo e quando Krychowiak dà inizio alla frittata collettiva con Bednarek e Szczesny ecco che i titoli di coda sul match sembrano già scorrere. Il centrocampista del Psg, nell'ultima stagione malamente retrocesso con il West Bromwich Albion, riapre il match a 5' e spiccioli dalla fine con un bel colpo di testa, ma è troppo tardi. Anche se il Senegal trema e va un po' in difficoltà, il risultato non cambia più. Giusto così, perché a vincere è la squadra che ha giocato meglio e ci ha creduto di più.

LE PAGELLE

Krychowiak 4,5 - Rischia l'espulsione per doppia ammonizione alla fine del primo tempo. Il raddoppio di Niang nasce da un suo sciagurato passaggio all'indietro. Il gol nel finale non migliora il giudizio.
Milik 4,5 - Davvero una prestazione opaca e senza acuti quella dell'attaccante del Napoli. Un solo tiro fuori dallo specchio e stop. Nawalka lo sostituisce con Kownacki.
Lewandowski 4,5 - Nel primo tempo non si vede mai, sembra partire meglio nel secondo ma è solo un fuoco di paglia. Una punizione e stop.

Niang 7,5 - Il fumoso e inconcludente giocatore visto con il Torino rimane in Serie A e lascia spazio a un giocatore a tratti travolgente. Da una sua iniziativa nasce il primo gol e poi realizza il secondo.
Ismaila 7 - Grande forza fisica e velocità, è una spina nel fianco della difesa polacca. Ha solo 20 anni e ne sentiremo parlare.
Mané 6 - L'uomo più atteso insieme a Lewandowski non incanta e si limita al compitino. Suo il passaggio a Gueye, ma quello con la maglia del Liverpool è un'altra cosa.

IL TABELLINO

POLONIA-SENEGAL 1-2
Polonia (4-4-1-1): Szczesny 5; Piszczek 6 (38' st Bereszynski sv), Pazdan 6, Cionek 5, Rybus 5,5; Blaszczykowski 5 (1' st Bednarek 5), Krychowiak 4,5, Zielinski 5, Grosicki; 5,5 Milik 4,5 (28' st Kownacki 5,5); Lewandowski 4,5. A disp.: Bialkowski, Fabianski, Glik, Jedrzejczyk, Goralski, Peszko, Linetty, Kurzawa, Teodorczyk. Ct: Nawalka 5
Senegal (4-4-2): K. NDiaye 6; Wague 6, Koulibaly 7, Sané 7, Sabaly 6,5; Ismaila 7, A. NDiaye 6,5 (42' st Kouyaté sv), Gueye 6,5, Mané 6; Niang 7,5 (30' st Konate 6), Diouf 6 (17' st Ndoye 6). A disp.: Gomis, Diallo, Gassama, Mbengue, Kara, Sow, Sakho, P. Ndiaye, Keita. Ct: Cissé 7
Arbitro: Shukralla (Bahrein)
Marcatori: 38' aut. Cionek (S), 16' st Niang (S), 41' st Krychowiak (P)
Ammoniti: Krychowiak (P), Sané (S), Gueye (S)

TAGS:
Polonia
Senegal
Mondiali
Russia 2018
Niang

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X