Mondiali Russia 2018, CR7 e l'esultanza 'da capra': "Una scommessa con Quaresma"

Il pizzetto non ha a nulla a che fare con Messi

Cristiano Ronaldo (Afp)

Nessuna presa in giro nei confronti del nemico Leo Messi, ma solo una scommessa. Dopo la vittoria contro l'Iran, Cristiano Ronaldo dà una spiegazione della sua particolare esultanza contro la Spagna (il gesto della capra, ndr) e del perché si sia fatto crescere il pizzetto. "Nasce tutto da uno scherzo con Quaresma. Ho lasciato una piccola parte di barba e gli ho detto: 'Se segno con la Spagna non me la taglio più fino alla fine del Mondiale'".

Il mistero è rivelato e dà un calcio a tutte le congetture che si sono seguite in questi giorni. Nessuno scherno e nessun riferimento a Leo Messi, come molti addetti ai lavori avevano pensato dopo che l'argentino era comparso, in un servizio fotografico per una rivista, con una capra in braccio. In inglese capra si dice goat, cioè l'acronimo di "Greatest Of All Times", il più grande di tutti i tempi. Nessuna rivendicazione provocatoria, quindi, da parte di CR7 che preferisce parlare nel linguaggio a lui più congeniale, quello del gol.

"Questo nuovo look e quel festeggiamento nascono da uno scherzo con Quaresma. Eravamo in sauna il giorno prima della partita contro la Spagna e mi stavo radendo - ha spiegato il fuoriclasse lusitiano - Ho lasciato una piccola parte di barba e gli ho detto: 'Se segno domani non me la taglio più fino alla fine del Mondiale'. Ho fatto goal e ho mantenuto la promessa, ora speriamo di continuare". Tra il Portogallo e gli ottavi rimane solo l'ostacolo Iran: ai ragazzi di Santos basta un pareggio per entrare tra le migliori 16.

TAGS:
Cristiano ronaldo
Esultanza
Capra
Leo messi
Ricardo quaresma
Mondiali
Russia 2018

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X