Mondiali, rigori e segreti: Diego Costa e il penalty di Koke, la borraccia di Pickford

Due ricostruzioni sulle serie di rigori che hanno mandato avanti Inghilterra e Russia

Il ct del Brasile Tite ha detto chiaro e tondo che spera che il Brasile non debba giocarsi l'accesso alle semifinali con il Belgio dal dischetto. "Non penso che i rigori siano un metodo giusto per stabilire chi debba vincere". I rigori, croce e delizia. Può succedere di tutto, dal dischetto, lo abbiamo imparato anche sulla nostra pelle di tifosi della nazionale. In questo Mondiale abbiamo visto già tre serie di calci di rigore su otto partite a eliminazione diretta: Croazia-Danimarca con le parate di Schmeichel e Subasic, Spagna-Russia e Inghilterra-Colombia. Ci sono due fatti particolari che però sono stati ricostruiti dai vari media internazionali nell'analisi di come si sono svolte le serie di rigori che hanno coinvolto la Spagna e l'Inghilterra.

LA BORRACCIA DI PICKFORD

LA BORRACCIA DI PICKFORD

Nel 2006 Jens Lehmann parò i rigori contro l'Argenina grazie a un pizzino che aveva nei calzettoni. Sapeva dove avrebbero calciato Cambiasso e compagni nei quarti di finale e fece la fine dell'eroe. Parò proprio a Cambiasso e ad Ayala, spedendo la Germania in semifinale (contro l'Italia). Sembra invece che l'Inghilterra debba ringraziare la borraccia di Pickford: il giovane portiere che ha ipnotizzato Carlos Bacca si è infatti servito di una borraccia sulla quale l'allenatore dei portieri aveva scritto le direzioni probabili dei rigori che avrebbero calciato i colombiani. Pickford si è tuffato quattro volte su cinque alla sua destra, intuendo tre rigori e parandone uno. Nel post partita ha spiegato che solo Falcao aveva cambiato completamente modo di calciare. Pickford ha intuito il rigore di Cuadrado (gol), di Uribe (traversa) e di Bacca, parato. Per tutta la durata dei rigori Pickford ha custodito la borraccia nascondendola in un asciugamano. (VEDI VIDEO SOPRA)

VIDEO: RUSSIA-SPAGNA, LA RICOSTRUZIONE DEI RIGORI E IL RUOLO DI DIEGO COSTA

È Diego Costa l'attore non protagonista dei rigori tra Spagna e Russia. La ricostruzione dei media spagnoli è accurata e probabilmente corretta. Una volta terminata la partita con la Russia, Hierro ha subito scelto tre dei cinque rigoristi: Iniesta, Piqué e Sergio Ramos (tutti e tre a segno). Poi si è aperta la discussione sugli altri: è spuntato il nome di Koke. Hierro ha chiesto al giocatore dell'Atletico se se la sentisse di tirare. Risposta affermativa: "Sì, me la sento". Diego Costa però si avvicina a Hierro, dice qualcosa, come a sconsigliare la scelta del suo compagno di squadra. Il fatto è che poi Koke va sul dischetto, Akinfeev para e... immediatamente Diego Costa si gira verso Hierro e lo fulmina con lo sguardo. Gli scappa anche un "l'avevo detto". Probabilmente conosceva la situazione fisico-emotiva di Koke. Al termine della serie Diego Costa ha scambiato di nuovo il suo parere con Hierro ed è comunque andato dal compagno a consolarlo. Nel video di seguito, tutta la ricostruzione.

TAGS:
Mondiali
Russia 2018
Rigori
Spagna
Inghilterra
Diego costa
Pickford

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X