Mondiali, Francia - Deschamps avvisa il Belgio: "Abbiamo già fermato Messi..."

Il ct alla vigilia della semifinale: "Sarà strano sfidare Henry"

Mondiali, Francia - Deschamps avvisa il Belgio: "Abbiamo già fermato Messi..."

Si corre verso Francia-Belgio, semifinale dei Mondiali. E Didier Deschamps, ct dei transalpini, non ha paura dei Diavoli Rossi, capaci di eliminare il Brasile. Anche perché il succo del discorso è uno: abbiamo già fermato Messi, non ci faremo spaventare dall'esuberanza del Belgio: "Siamo preparati a ogni evenienza, a prescindere da come loro si schiereranno. Sarà come in altre partite, come quando abbiamo affrontato Messi negli ottavi".

"Kanté bloccò bene Messi, e la verità è che Leo quando ha giocato contro di noi non l'abbiamo visto".

Si giocherà a San Pietroburgo. "Loro non sono arrivati fin qui per caso - dice ancora Deschamps sui rivali -, e io li rispetto molto. Il Belgio contro il Brasile ha fatto una grande partita, con un piano di gioco molto specifico, rinforzando il centrocampo e chiudendo gli spazi: infatti i brasiliani non sono riusciti ad inserirsi. Poi ripartivano velocemente. Se faranno lo stesso contro di noi? Probabilmente, ma sono certo che i miei si faranno trovare pronti".

"SARÀ STRANO SFIDARE HENRY"
"È una situazione strana, anche difficile, ma a volte succede". Così Deschamps risponde all'inevitabile domanda sul suo ex compagno di nazionale Thierry Henry (insieme vinsero i Mondiali in casa del 1998) che sfiderà i Bleus nei panni di assistente del ct del Belgio Roberto Martinez.

"Dalla panchina rivale - dice ancora Deschamps di Henry - sfiderà il suo stesso paese. Ma sapeva fin dall'inizio, fin da quando ha accettato l'incarico di assistente di Martinez, che una cosa del genere sarebbe potuta accadere. Comunque lo rivedrò con grande piacere - aggiunge il ct francese -, e mi ricorderò dei tempi in cui lui era un giovane emergente della nazionale e io il capitano quasi alla fine della carriera". Della curiosa situazione di Henry parla anche il portiere dei Bleus Hugo Lloris. "Credo che domani il suo cuore sarà diviso a metà - dice -. Certo che sarà un po' strano vederlo con loro, ma ha cominciato una nuova carriera. Io mi reputo fortunato ad essere stato un suo compagno per due anni".

TAGS:
Deschamps
Francia
Mondiali
Russia 2018

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X