Mondiali 2018, Uruguay-Russia 3-0: Tabarez agli ottavi da primo nel girone

Alla Samara Arena decidono tutto una punizione di Suarez, un autogol di Cheryshev e un tapin di Cavani

L'Uruguay non sbaglia un colpo ai Mondiali di Russia 2018. Dopo aver steso Egitto e Arabia Saudita, la Celeste batte 3-0 la Russia nello spareggio per il primo posto del Gruppo A. Suarez sblocca il match su punizione al 10', il raddoppio poi è un autogol di Cheryshev al 23'. Il tris lo firma Cavani al 90'. Smolnikov espulso al 35'.  Agli ottavi Tabarez incontrerà il Portogallo, seconda classificata del Gruppo B, la Russia affronterà la Spagna.

LA PARTITA

Alla Samara Arena Cherchesov tiene in panchina il diffidato Golovin e piazza Miranchuk sulla linea dei trequartisti, con Samedov e Cheryshev alle spalle del confermatissimo Dzyuba. Fuori anche Zhirkov sulla sinistra, dentro Kudryashov. Nella Celeste Tabarez passa al 3-5-2 con l'inserimento di Laxalt sulla corsia sinistra e Vecino, Torreira e Bentancur in mediana. Davanti il solito tandem Suarez-Cavani.

L'inizio del match si gioca a ritmi alti, con continui capovolgimenti di fronte. Senza nulla da perdere, Uruguay e Russia si affrontano a viso aperto, con i padroni di casa che manovrano e vanno rapidamente in verticale appoggiandosi a Dzyuba e i sudamericani che puntano tutto sulle ripartenze. Dopo dieci minuti, il primo squillo arriva su punizione, con Suarez che infila Akinfeev sul suo palo. Un gol che scatena la reazione russa. Muslera si oppone a Cheryshev, poi Dzyuba manca il bersaglio grosso di testa sugli sviluppi di un calcio d'angolo. L'Uruguay però non trema e con tanti uomini in mezzo al campo sceglie il possesso per controllare la gara e creare la superiorità sugli esterni. E proprio dalla corsia sinistra arriva la seconda stoccata della Celeste. Il raddoppio porta la firma di Laxalt, ma la deviazione di Cheryshev è decisiva. E' il colpo che decide il match e stabilisce le gerarchie nel girone. Ordinata e solida, la Celeste abbassa infatti il ritmo e si appoggia a Cavani e Suarez per far respirare la squadra col giropalla. Scarica e senza idee, la Russia invece perde le distanze e al 35' resta anche in dieci per il doppio giallo a Smolnikov. 

Nella ripresa la partita scorre via rapida. L'Uruguay gestisce il possesso con un occhio all'orologio, la Russia invece sceglie di concentrarsi già sugli ottavi, cercando di fare un po' i conti e risparmiare energie. Il match lo fa la squadra di Tabarez, che in mezzo al campo può contare sulla grinta di Torreira e sull'equilibrio tattico di Vecino e Bentancur per gestire la manovra. In controllo, nel finale la Celeste gioca solo per far segnare Cavani e il Matador si sblocca al 90' in mischia, firmando il tris. Per Tabarez il ruolino storico del girone dice tre vittorie di fila e zero gol presi. L'Uruguay sogna. 

LE PAGELLE

Suarez 7: aggredisce lo spazio con la solita grinta e cattiveria. Sblocca il match con una rasoiata sul pallo di Akinfeev. Nel finale si mette a disposizione di Cavani
Laxalt 7: Tabarez gli concede una chance e lui la sfrutta al meglio. Bravo a coprire e a cercare le punte in rpofondità, sempre pronto a inserirsi. Dalla sua parte manda in tilt Smolnikov, provocandone anche l'espulsione. L'autogol di Cheryshev arriva su un suo tiro
Cavani 6,5: ordinaria amministrazione e poco più per il Matador fino al 90'. Poi il tap-in vincente che vale il 3-0 e sblocca il suo Mondiale
Smolnikov 4: dalla sua parte Laxalt ha vita facile. Due gialli in 35' sono lo specchio di una prova sciagurata
Miranchuk 5: gioca al posto di Golovin, ma la pasta non è la stessa. Dietro a Dzyuba non riesce mai a trovare i tempi giusti per inserirsi e fare la differenza. Molto falloso anche negli appoggi
Dzyuba 6: prova a far reparto da solo. Sempre pericoloso sulle palle alte, ma non basta per far tremare Godin, Caceres e Coates

IL TABELLINO

URUGUAY-RUSSIA 3-0
Uruguay (3-5-2): Muslera 6; Godin 6,5, Coates 6,5, Caceres 6,5; Nandez 6 (28' st C. Rodriguez 6), Bentancur 6,5 (17' st De Arrascaeta 6), Torreira 6,5, Vecino 6,5, Laxalt 7; Suarez 7, Cavani 6,5 (49' st Gomez sv).
A disp.: Silva, Campana, Varela, Sanchez, Stuani, SIlva, Pereira, Urretaviscaya, Gimenez. All.: Tabarez 7
Russia (4-2-3-1): Akinfeev 6; Smolnikov 4, Kutepov 5, Ignashevich 5, Kudriashov 5,5; Gazinskiy 5 (1' st Kuziaev 5,5), Zobnin 6; Samedov 5,5, Miranchuk 5 (14' st Smolov 5,5), Cheryshev 6 (38' Fernandes 5,5); Dzyuba 6.

A disp.: Lunev, Gabulov, Semenov, Granat, An Miranchuk, Golovin, Zhirkov, Erokhin, Dzagoev. All.: Cherchesov 5
Arbitro: Diedhiou (Senegal)
Marcatori: 10' Suarez (U), 23' aut. Cheryshev (R), 45' st Cavani (U)
Ammoniti: Gazinskiy (R)
Espulsi: 36' Smolnikov - doppia ammonizione

TAGS:
Mondiali 2018
Russia 2018
UruguayRussia

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X