Mondiali 2018: Perisic lancia la Croazia, l’Islanda saluta

I biancorossi chiudono il gruppo C a punteggio pieno con il 2-1 firmato Italia

Non riesce l’impresa all’Islanda, che nell’ultima sfida del gruppo D dei Mondiali 2018 viene battuta per 2-1 dalla Croazia e saluta la Russia. Sorride invece la Croazia, già certa del primato prima di scendere in campo, che chiude il girone a punteggio pieno e si prepara all’ottavo con la Danimarca. I gol tutti nella ripresa: croati in vantaggio con Badelj (53’), pareggio su rigore di Sigurdsson (76’) e rete decisiva di Perisic al 90’.

LA PARTITA

Alla Rostov Arena di Rostov sul Don l’Islanda prova a fare la storia, cercando la qualificazione agli ottavi di finale del Mondiale nella sua prima partecipazione iridata. L’impresa è complicata, con gli islandesi che sanno di dover vincere, sperando che la Nigeria non faccia altrettanto e l’Argentina non vinca dilagando. Però ci provano, contro una Croazia che, dall’alto del suo primo posto ormai certo, fa ampio turnover, lasciando fuori tra gli altri Rakitic, Mandzukic e Rebic, sostituiti da Badelj Kramaric e Pjaca. Al 6’ il primo guizzo islandese, con Halfredsson che apre per Sigurdsson, che tenta un cross basso per Finnbogason, ma Corluka allontana. Al 21’ Perisic perde palla in mezzo al campo, Sigurdsson lancia allora Finnbogason in profondità, ma Caleta-Car è attento e rimedia. L’Islanda continua ad avere l’iniziativa e al 34’ Bjarnason ha due volte la chance per sbloccare la gara, ma i suoi tiri vengono ribattuti dalla difesa biancorossa. Al 40’ la chance migliore, con Finnbogason che recupera palla, scambia con Sigurdsson e tira da buona posizione mancando l’angolino di un soffio. Nel recupero il portiere Kalinic salva la Croazia con una gran parata su Gunnarson. Nella ripresa l’Islanda sembra decisa a giocarsela, ma già al 6’ Badelj colpisce la parte alta della traversa. E proprio Badelj, appena un minuto dopo, sblocca il match battendo Halldorssson su cross dalla sinistra di Pivaric. L’Islanda non si abbatte e al 10’ Ingason suona la carica scheggiando la traversa. Gli islandesi ci mettono il cuore ma sembrano non trovare sbocchi. Fino al 29’, quando Lovren tocca la palla con un braccio in piena area, su cross di Sigurdsson: è il rigore che lo stesso Sigurdsson trasforma per l’1-1. Nel finale, con l’Islanda che in teoria con un gol potrebbe qualificarsi (visto il risultato di Argentina-Nigeria) è invece la Croazia a trovare il gol vittoria con Perisic, che al 45’ entra in area da sinistra e trafigge Halldorsson con un preciso diagonale. Festa croata, l’Islanda saluta il Mondiale tra gli applausi.

IL TABELLINO

ISLANDA-CROAZIA 1-2
ISLANDA (4-2-3-1):
Halldorsson 6; Saevarsson 5, Ingason 6, R. Sigurdsson 6 (25' st Sigurdarson 6), Magnusson 6.5; Gunnarsson 6, Hallfredsson 6; J.B. Gudmundsson 5.5, G. Sigurdsson 7, Bjarnason 6 (45' st Traustason sv); Finnbogason 6 (40' st A. Gudmundsson sv). A disp.: Schram, Runarsson, Arnason, Eyjolfsson, A.F. Skulason, Fridjonsson, O.I. Skulason, Gislason, Bodvarsson. Ct Hallgrimsson 5.5.
CROAZIA (4-2-3-1): L. Kalinic 7; Jedvaj 5.5, Corluka 6, Caleta-car 6, Pivaric 5.5; Modric 6 (20' st Bradaric 5.5), Badelj 7; Pjaca 5.5 (24' st Lovren 5), Kovacic 5.5 (36' st Rakitic 6.5), Perisic 7; Kramaric 6. A disp.: Subasic, Livakovic, Vrsaljko, Vida, Strinic, Brozovic, Rebic, Mandzukic. Ct Dalic 6.5.
Arbitro: Lahoz (Spagna) 6.5
Reti: 8' st Badelj, 31' st rig. G. Sigurdsson, 45' st Perisic
Ammoniti: Pjaca, Hallfredsson, Finnbogason, Jedvaj, Saevarsson

TAGS:
Mondiali 2018
Russia 2018
Islanda
Croazia

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X