Mondiali 2018, Martinez sprona il Belgio: "E' la partita dei sogni, siamo pronti"

"Non sono ammesse distrazioni, è due anni che ci prepariamo per sfide così"

Mondiali 2018, Martinez sprona il Belgio: "E' la partita dei sogni, siamo pronti"

Il miglior attacco sfida la miglior difesa, il Belgio è pronto a giocarsi le proprie carte contro il Brasile di Neymar: "Siamo orgogliosi di poter giocare la partita dei sogni - ha commentato il ct del Belgio, Martinez -. La differenza tra noi e la Selecao è che noi non abbiamo mai vinto un Mondiale, i brasiliani hanno la mentalità per vincere". I Diavoli Rossi saranno pronti: "Sono due anni che ci prepariamo per sfide così, siamo pronti".

"Siamo orgogliosi di poter giocare questa partita. Non vediamo l'ora di vedere il Brasile di fronte di noi domani", ha detto il ct alla vigilia del match di Kazan. La "generazione d'oro" di Martinez arriva al faccia a faccia con il Brasile con la fiducia di una nazionale imbattuta negli ultimi due anni, al punto che, in patria, c'e' chi considera Lukaku, Hazard, De Bruyne giocatori dal talento non inferiore a quello di Neymar. Una battuta a questo proposito la concede proprio Martinez, che indica uno dei suoi che potrebbe risultare decisivo. ""Kevin De Bruyne e' diventato un vero leader per il Belgio - ha sottolineato - ed e' essenziale per le nostre opportunità di vincere la Coppa del Mondo. La sua importanza nella nostra squadra è stata sottovalutata, forse perche' quando gioca nel suo club sforna una marea di assist e di gol e quindi è più facile dare risalto alle sue prestazioni".

"La differenza principale è che noi non abbiamo mai vinto un Mondiale - ha detto Martinez - . A parte il talento e la tattica, i brasiliani hanno la mentalità di chi sa cosa vuol dire vincere i Mondiali, noi ancora no". Quindi, solo una "performance completa" da parte del Belgio potrebbe compensare lo svantaggio psicologico. "La piu' grande forza della nostra squadra è attaccare in molti modi, e usare i giocatori in modo diverso", ha spiegato il ct.

Il Belgio dovrà anche dare dimostrazione di maturità dopo il grande rischio corso contro il Giappone, rimontato da 0-2 a 3-2 negli ultimi venti minuti: "Non molte squadre possono fare quello che abbiamo fatto con il Giappone, c'e' qualcosa di speciale nella nostra squadra", ha sottolineato un fiducioso Martinez. Ora però non saranno ammesse distrazioni come quelle avute contro i Blue Samurai. "Sappiamo perchésiamo qui - ha concluso -. Negli ultimi due anni ci siamo preparati per una partita cosi'. In campo domani, saremo noi stessi. Siamo pronti".

TAGS:
Mondiali 2018
Russia 2018
Belgio
Martinez
Brasile

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X