Mondiali 2018, la Francia confida in Varane: 10 finali su 10 vinte

Curioso dato per il difensore del Real Madrid che saltò per infortunio la finale degli Europei (persa dai Bleus contro il Portogallo) del 2016

Mondiali 2018, la Francia confida in Varane: 10 finali su 10 vinte

Raphael "talismano" Varane: chiamatelo pure così. E tutta la Francia si aggrapeprà a lui per la finale dei Mondiali di Russia 2018 contro la Croazia. Sì perché il difensore è letteralmente l'uomo delle finali: in carriera ne ha giocate 10 e vinte altrettante. Bottino pieno. Tutte con la maglia del Real Madrid, ovviamente. E nel 2016 la finale degli Europei persa dai Bleus contro il Portogallo lui non la giocò perché infortunato. Se non è un segno questo. 

A 25 anni Varane è indubbiamente una colonna difensiva non solo nel suo club, uno dei più forti al mondo, tra l'altro, ma anche della sua Nazionale. E questo Mondiale russo lo ha confermato. Ma Varane è anche uno che non trema quando le partite non hanno un domani e le finali sono, per eccellenza, gare uniche, speciali, che possono dipendere da tanti fattori. In cui non bisogna tremare, appunto. Ma soprattutto in cui bisogna essere vincenti e anche un pizzico fortunati. Tutte qualità di cui il classe '95 di Lilla deve disporre, visto che vanta sul curriculum un bel 10 su 10 alla voce finali giocate e vinte. Con lui in campo, se c'è una coppa a disposzione sembra che si sia destinati a metterci sopra le mani. Fino ad ora lo ha fatto indossando la prestigiosa camiseta blanca del Real e domenica sogna di farlo, per la prima volta, con quella blu della sua Nazionale.

La "tradizione di Varane" è iniziata nel 2014 nella finale di Coppa del Re contro il Barcellona. Pochi minuti in campo ma tanto basta: trofeo portato a casa. E da lì non si è più fermato alzando poi la Champions e trionfando al Mondiale per club. Nel 2016 è la volta della Supercoppa europea e di un altro Mondiale per club prima del filotto di 4 trofei nel 2017 più l'ultima Champions di Kiev. Dieci e lode. E tutta la Francia non può che aggrapparsi a queste statistiche, soprattutto ripensando al fatto che nel 2016 quando i Blues giocarono la finale degli Europei casalinghi andando incontro a un finale che sembrava già scritto, Varane non era in campo per infortunio. E ad alzare la coppa fu CR7. Ma a Mosca sarà pronto a portare avanti la sua personalissima tradizione tra gli scongiuri croati e la scaramanzia dei francesi. 

TAGS:
Calcio
Mondiali
Russia 2018
Varane
Francia
Croazia

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X