Mondiali 2018: la Federcalcio brasiliana protesta con la Fifa

Rabbia per il mancato utilizzo del Var in occasione del gol di Zuber e del mancato rigore a Gabriel Jesus

I gol di Zuber (Afp)

Dopo le proteste di Tite al triplice fischio di Brasile-Svizzera, la Federcalcio brasiliana si è mossa ufficialmente inviando una lettera alla Fifa in cui si chiedono spiegazioni sul mancato utilizzo del Var. Secondo la CBF sono due gli episodi discussi che l'arbitro avrebbe dovuto riguardare al monitor: il gol del pareggio di Zuber dopo una spinta a Miranda e la mancata concessione di un rigore a Gabriel Jesus nel secondo tempo.

Nel documento, la CBF richiede chiarimenti in merito alla conformità con il Protocollo VAR – Versione 8, che prevede tra le sue voci quattro decisioni rivedibili: goal, decisioni sui rigori, cartellino rosso diretto e identità errata.

"La CBF chiede alla FIFA perché la tecnologia non è stata utilizzata nel corso della partita", si legge nel comunicato della federcalcio brasiliana. "Ho ricevuto la lettera. Gli arbitri risponderanno" si è limitato a dire il presidente Infantino intercettato dai giornalisti di Globoesporte.

TAGS:
Brasile
Var
Protesta
Fifa
Mondiali
Russia 2018

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X