Mondiali 2018, Dalic: "La Croazia non è intrusa, ora vuole divertirsi"

Il ct: "Non deve sorprendere che siamo tra le prime quattro al mondo"

IPP

La Croazia non vuole essere trattata come un'intrusa fra le prime quattro del mondo. A metterlo bene in chiaro, alla vigilia della semifinale contro l'Inghilterra, è stato il ct della nazionale con la maglia a scacchi, Zlatko Dalic. "Non credo proprio che siamo già andati oltre le aspettative - ha detto Dalic -, visto quanti calciatori croati militano nei grandi club d'Europa, come Real e Barcellona. E' vero che negli ultimi anni la Croazia non ha raccolto quanto era nelle sue potenzialità, ma vista la qualità dei miei non credo che sia così sorprendente il fatto che siamo fra le prime quattro. Ora non vorremmo sprecare questa chance di entrare nella storia". Ma nonostante l'importanza della sfida di domani a Mosca, Dalic non avverte particolari pressioni. "Abbiamo analizzato tutte le partite dell'Inghilterra - ha spiegato il ct -e mostrato ai giocatori tutto ciò che potevamo. Sappiamo quali sono i pericoli di questa gara, e che dopo Islanda, Danimarca e Russia troveremo un'avversaria differente. Dovremo stare molto attenti sui palloni da fermo. Però non c'è ragione di essere nervosi o sentire una particolare pressione. Siamo qui per goderci la vita, provare a giocare un bel calcio. Il risultato sia quel che sia".

TAGS:
Calcio
Mondiali 2018
Croazia
Inghilterra
Dalic

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X