Mondiali 2018: Argentina-Croazia show, Danimarca e Francia vedono gli ottavi

Stasera i sudamericani per il riscatto mentre Mandzukic e compagni possono già superare la fase a gironi. Gruppo C: danesi con l'Australia, Deschamps contro il Perù

Afp

Il gruppo C aprirà la giornata di Russia 2018 con Danimarca-Australia (ore 14). I danesi vincendo ipotecherebbero gli ottavi, che diventerebbero certi anche per la Francia se dovesse battere poco più tardi il Perù (ore 17). In serata ecco il piatto forte, gruppo D: Argentina-Croazia (ore 20) con Messi e compagni per il riscatto dopo il pareggio con l'Islanda, mentre la squadra croata con un successo avanzerebbe agli ottavi.

DANIMARCA-AUSTRALIA (GRUPPO C)

Sfida inedita per i Mondiali: alle ore 14 alla Samara Arena si affronteranno la Danimarca, che spera in una vittoria per ipotecare gli ottavi di finale (che sarebbero aritmetici se poco più tardi la Francia battesse il Perù), e l'Australia obbligata a conquistare tre punti per rimanere in corsa nel gruppo C, comandato proprio dai danesi e dalla Francia con 3 punti a testa. Nei tre precedenti tra le due squadre, due vittorie per i nordeuropei e una sola per gli oceanici, costretti a dare il massimo per poi giocarsi le speranze di qualificazione nell'ultima gara contro il Perù, martedì. Capitolo formazioni: facile pensare che il ct Hareide confermi in blocco l'undici che ha battuto 1-0 il Perù all'esordio: nella Danimarca spazio a Schmeichel tra i pali (imbattuto da cinque gare) e Poulsen, Eriksen e Pione Sisto ad appoggiare il centravanti Jorgensen. Sull'altro fronte, qualche cambiamento rispetto alla prima sfida persa 2-1 contro la Francia, ma riguarderà soprattutto l'aspetto tattico con un possibile 4-3-3 con Leckie, Nabbout e Kruse nel tridente offensivo.

FRANCIA-PERU' (GRUPPO C)

Fischio d'inizio alle ore 17 alla Ekaterinburg Arena per una sfida che potrebbe valere l'accesso agli ottavi di finale della Francia: con una vittoria la nazionale di Deschamps blinderebbe il passaggio del turno nel gruppo C, che sarebbe aritmetico nel caso prima la Danimarca battesse l'Australia. Non un impegno facile per la Francia (vittoriosa 2-1 nella gara d'esordio contro l'Australia) perché il Perù visto contro la Danimarca è piaciuto nonostante la sconfitta. Per quanto riguarda le formazioni, la Francia dovrebbe continuare con il 4-3-3 e l'unica variazione sul tema dovrebbe essere l'inserimento di Matuidi al posto di Tolisso. Per il resto la forza di Pogba in mediana e il tridente con Mbappé, Griezmann e Dembelé. Sul fronte Perù non dovrebbero esserci modifiche sulla formazione iniziale, con Cueva confermato trequartista nonostante l'errore dal dischetto contro la Danimarca. Con lui Flores e Carrillo a supporto del centravanti Jefferson Farfan.

ARGENTINA-CROAZIA (GRUPPO D)

Il secondo turno del gruppo D si apre con una partita da brividi: alle ore 20 allo stadio Nizhny Novgorod di fronte ci saranno l'Argentina, partita con un passo falso pareggiando 1-1 con l'Islanda (con tanto di rigore sbagliato da Messi) e la Croazia vincente 2-0 all'esordio contro la Nigeria e orfana di Kalinic (rispedito a casa dopo essersi rifiutato di entrare nelle ultime due partite). I sudamericani sono chiamati all'immediato riscatto per rimettersi in carreggiata, dall'altro lato una Croazia che vincendo si assicurerebbe l'accesso agli ottavi di finale. Rispetto alla prima partita, l'Argentina dovrebbe effettuare qualche modifica, con Dybala che scalpita ma partirà dalla panchina. Con Messi, in attacco dovrebbero esserci Pavon e Aguero. All'Argentina serve assolutamente una vittoria per ricominciare a correre veloce. Fronte Croazia: Mario Mandzukic è pronto a guidare i suoi al centro dell'attacco, supportato da Rebic, Kramaric e Perisic.

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X