Croazia, Kalinic rifiuta la medaglia d’argento del Mondiale. "Non me la merito"

Nonostante gli zero minuti giocati in Russia, i calciatori vicecampioni del Mondo volevano premiare lo stesso il compagno

Croazia, Kalinic rifiuta la medaglia d’argento del Mondiale. "Non me la merito"

Nikola Kalinic è finito al centro di una nuova polemica in patria. L’attaccante del Milan, convocato per il Mondiale dalla Croazia ma rispedito a casa dopo la partita d’esordio, si è rifiutato di ricevere la medaglia d’argento che i compagni volevano consegnargli nonostante gli zero minuti totalizzati in Russia. “Grazie per la medaglia, ma non ho giocato in Russia” le parole dell’ex Fiorentina ai croati di Sportske Novosti: il bomber ritiene di non meritare il riconoscimento non avendo contribuito in prima persona al raggiungimento del secondo posto nel Mondiale.

Zlatko Dalic, commissario tecnico della Croazia, aveva così giustificato l’esclusione dell’attaccante dalla spedizione russa due giorni dopo la vittoria all’esordio per 2-0 contro la Nigeria: “Durante l'incontro con la Nigeria, Kalinic si stava scaldando e sarebbe dovuto entrare nel secondo tempo ma poi ha detto che non era pronto per entrare per un problema alla schiena. La stessa cosa è accaduta durante l'amichevole con il Brasile in Inghilterra, così come prima dell'allenamento di domenica - aveva spiegato il ct della Croazia -. L'ho accettato con calma e, poiché ho bisogno di giocatori in forma e pronti a giocare, ho preso questa decisione”.

E il periodo buio di Nikola Kalinic non è ancora finito: dopo la deludente scorsa stagione in maglia rossonera, il 30enne è finito ai margini anche al Milan che ha deciso a cederlo. In corso le trattative con l’Atletico Madrid di Simeone.

TAGS:
Croazia
Kalinic
Milan

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X