Clamoroso ai Mondiali: Giappone sconfitto ma agli ottavi grazie... ai cartellini

Nipponici battuti dalla Polonia 1-0, vanno agli ottavi per aver preso meno gialli del Senegal

Clamoroso ai MondialiIl Giappone perde con la Polonia ma vola ugualmente agli ottavi grazie ai cartellini. È infatti il fair play in questo mondiale, ovvero il minor numero di ammonizioni prese rispetto al Senegal (4 vs 6), a consentire alla squadra di Nishino di passare il girone come seconda. Il gol vittoria di Bednarek, per una Polonia già eliminata, aveva aggiustato la differenza reti di Giappone e Senegal, uguale in tutto. Ha deciso il fair play.

Per la prima volta nella storia sono i cartellini a decidere il passaggio del turno e l'eliminazione di una squadra ai Mondiali. Data storica, quindi, il 28 giugno 2018, che i giapponesi potranno per sempre ricordare come un giorno tanto, tanto fortunato. Il Giappone aveva iniziato i Mondiali battendo la Colombia (2-1), poi aveva pareggiato 2-2 con il Senegal. In questa terza e ultima giornata, contro una Polonia che non aveva più niente da chiedere, già eliminata, il Giappone si è aggrappato al proprio portiere, Kawashima (più volte decisivo) e, appunto, ai cartellini.

Prima del match i gialli (che danno un malus di meno 1 nella classifica fair play) presi dai giapponesi erano 3, al 66' è arrivato quello per Makino. Quattro gialli, meno 4 in classifica fair play. Con il gol subito, il Giappone si arena a quattro punti, proprio come quelli del Senegal, bucato dal colpo di testa di Yerry Mina e da una Colombia che chiude prima il girone H. E quindi, con il Senegal appaiato a quattro punti, succede che si va alla conta dei cartellini. Perché la differenza reti (primo parametro) tra Giappone e squadra del ct Cissé era la stessa, i gol fatti anche, quelli subiti pure, la differenza reti nello scontro diretto pari (era finita 2-2). Cartellini, quindi. Il Senegal ne aveva presi 5, Niang contro la Colombia ha collezionato il sesto. È finita così, con il Giappone che ha girato palla per tutti gli ultimi minuti, in attesa di notizie da Colombia-Senegal. Il pareggio degli africani non è arrivato, il Giappone è agli ottavi e affronterà chi passerà per prima tra Inghilterra e Giappone.

LA CRONACA

La prima occasione del match è per la formazione nipponica, con il colpo di testa di Okazaki su cross di Nagatomo: palla di poco a lato. Il Giappone continua a premere in avvio con il tiro dalla distanza di Muto: stavolta è Fabianski a evitare il gol. L’estremo difensore della Polonia è chiamato in causa anche sul tiro dal limite, potente ma centrale, di Gotoku Sakai. Alla prima occasione della gara, la Polonia sfiora il vantaggio: colpo di testa di Grosicki, Kawashima si salva con un grandissimo intervento in tuffo, allontanando il pallone proprio sulla linea di porta. La risposta del Giappone è affidata a un tiro-cross di Usami, con Fabianski che riesce ad evitare pericoli bloccando a terra. Termina, dunque, sullo 0-0 la prima frazione di gioco: troppo poco da parte della Polonia che, comunque già estromessa dal torneo, era chiamata a dare qualcosa in più, specie con i suoi uomini chiave come Zielinski e Lewandowski.

Nella ripresa, è proprio il giocatore del Napoli che prova a dare una scossa al match, duettando in contropiede con Grosicki, ma facendosi anticipare nell’uno contro uno con Kawashima. È il preludio al gol del vantaggio della Polonia: punizione dalla trequarti di Kurzawa e deviazione vincente in spaccata di Bednarek (59’). Grande difficoltà per il Giappone, che non riesce ad essere incisivo come nel primo tempo. Anzi, rischia di subire il secondo gol: Lewandowski in scivolata sfiora il 2-0 spedendo il pallone alto da buona posizione. Situazione simile anche sul cross basso di Grosicki, con la deviazione di Makino che costringe Kawashima ad un altro intervento salva risultato. Nel finale, il Giappone riesce a reggere l’urto e, in virtù del minor numero di cartellini gialli rispetto al Senegal (appaiato in classifica a pari punti con i nipponici), passa il turno qualificandosi come seconda nel girone: attesa per il nome dell’avversaria, che uscirà dalla sfida tra Belgio e Inghilterra.

IL TABELLINO

GIAPPONE-POLONIA 0-1


Giappone (4-2-3-1): Kawashima 7; H. Sakai 6, Yoshida 6, Makino 5.5, Nagatomo 6; Shibasaki 6, Yamaguchi 5.5; G. Sakai 6, Okazaki 6.5 (2’ st Osako 5.5), Usami 6.5 (20’ st Inui 5.5); Muto 6 (37’ st Hasebe sv).

A disp.: Ueda, Shoji, Honda, Endo, Haraguchi, Kagawa, Higashiguchi, Ohshima, Nakamura.

All.: Nishino 6


Polonia (3-4-3)
: Fabianski 6; Bereszynski 6, Glik 6, Bednarek 6.5; Kurzawa 6.5 (34’ st Peszko 6), Goralski 5.5, Krychowiak 6, Jedrzejczyk 5.5; Zielinski 6.5 (34’ st Teodorczyk 6), Lewandowski 6, Grosicki 6.5. 

A disp.: Szczesny, Pazdan, Cionek, Milik, Linetty, Bialkowski, Rybus, Blaszczykowski, Piszczek, Kownacki.

All.: Nawalka 6


Arbitro: Janny Sikazwe (Zambia) 6


Marcatori: 14’ st Bednarek


Ammoniti: Makino (G)

TAGS:
Mondiali 2018
Giappone
Polonia

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X