Argentina, bufera mondiale. I giocatori sfiduciano Sampaoli, la Federazione lo conferma

Tentativo di golpe interno, l'AFA smentisce

Argentina, bufera mondiale. I giocatori sfiduciano Sampaoli, la Federazione lo conferma

Un tentativo di golpe, una rivolta interna della squadra per destituire Sampaoli e proseguire da soli i Mondiali. È quanto accaduto nel ritiro dell'Argentina e che i maggiori quotidiani sudamericani stanno riportando in queste ore. Messi e compagni si sarebbe riuniti e avrebbero chiesto a Claudio Tapia, presidente della federcalcio argentina, di mettere da parte Sampaoli e di istituire una sorta di autogestione in vista della sfida con la Nigeria. I giocatori avrebbero chiesto di guidare la squadra autonomamente: allenamenti, formazione e gestione dei match. Una proposta che Tapia in un primo momento sembrava voler accettare. Poi, dopo essersi riunito con Sampaoli, avrebbe confermato la fiducia al commissario tecnico che, tra l'altro, ha un contratto fino al 2022 (e il suo esonero costerebbe 16 milioni di euro).

L'Argentina sarà in campo martedì 26 a San Pietroburgo contro la Nigeria. Costretta a vincere e a sperare. Il fatto è che le voci si sono alimentate, attorno al ritiro dell'Argentina. Riportate, rimbalzate, fino al punto che Tapia è stato costretto a chiamare Sampaoli e a tranquillizzarlo. "Non è successo niente", le parole che avrebbe detto al ct, secondo El Clarin. Respinta, quindi, la mozione di sfiducia dei giocatori, ma il clima è pesantissimo.

TAGS:
Mondiali 2018
Argentina
Sampaoli

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X