8 luglio 2014, Brasile-Germania 1-7 - La tragedia del Mineirazo lascia i tedeschi increduli: "Senza parole"

La semifinale del Mondiale che si disputa in Brasile ha un esito che non ha precedenti: dopo mezz'ora la Germania è già 5-0, le lacrime dei verde-oro superano (forse) quelle del Maracanazo 1950

IPP

8 luglio 2014, Brasile-Germania 1-7. E' il Mondiale che si gioca in Brasile, è il torneo che i verde-oro sognano di vincere e sanno di doverlo fare: c'è un solo precedente casalingo, nel 1950, e quel precedente era stato una tragedia nazionale dopo l'ultima gara del torneo perduta contro l'Uruguay di Ghiggia e Schiaffino, l'onta e la vergogna del 2-1 sofferto a Rio de Janeiro, al Maracana ribattezzato Maracanazo. Il titolo mondiale svanito così, senza potersi dare uno straccio di spiegazione. Inconcepibile disfatta, che 64 anni dopo doveva, per forza di cose, essere cancellata. E quel giorno di luglio nella semifinale contro i tedeschi tutto poteva (doveva) accadere, meno quel che è accaduto. Un altro clamoroso schiaffo della storia del Pallone ai brasiliani, quell'incubo vissuto dinanzi ai gol di Muller all'11', Klose al 23', Kroos al 24' e al 26', Khedira al 29'. In nemmeno mezz'ora, cinque bastonate: gli occhi di Julio Cesar e di chi stava in campo con lui, quelli di Thiago Silva (squalificato) e di Neymar (infortunato) in tribuna, e ancora nella ripresa i gol di Schurrle, due volte, fino alla rete di Oscar al 90'. "Massacrados" scrissero i giornali brasiliani più teneri. "Senza parole" il titolo della Bild dinanzi a quella immensa prestazione dei tedeschi, poi diventati campioni del Mondo. Si giocava a Belo Horizonte, stadio Mineirao: riveduto e corretto in Mineirazo.

TAGS:
Mondiali russia 2018
Accadde oggi
8 luglio
Germania
Brasile

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X