19 giugno 1938: Italia-Ungheria 4-2, siamo bi-campioni del mondo

A Parigi gli azzurri di Vittorio Pozzo battono la fortissima Ungheria: è il secondo titolo mondiale, poi la Guerra fermerà il torneo fino al 1950

IPP

19 giugno 1938: Italia-Ungheria 4-2. E' il bis mondiale, il secondo titolo consecutivo dopo quello del 1934, è l'impresa che riesce all'Italia di Vittorio Pozzo, Meazza e Piola e che nella storia riuscirà solo al Brasile di Pelé e Garrincha nel 1958 e nel 1962. L'epica degli Anni Trenta, il trionfo azzurro in Francia, a Parigi, la finalsisima allo Stade Olympique Yves-du-Manoir, alle porte della capitale, impianto che esiste anche oggi, vi gioca una squadra di rugby. Italia e Ungheria di fronte era la classica sfida di quei tempi, il calcio elegante e raffinato danubiano, quello più pratico e rapido degli italiani. Finale tiratissima, al di là dell'esito: gol di Colaussi (Colausig) al 5', pareggio di Titkos al 7', rete di Piola al 16' e ancora Colaussi al 35'; ripresa e prodezza di Sarosi a riaprire il match, chiuso da Piola all'82'. L'Italia campione del mondo, oggetto di molto malumore per via del regime durante tutto il torneo. Ma alla fine l'applauso del pubblico parigino.

TAGS:
Mondiali

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X