Sarri saluta Bakayoko: "Può andare via in prestito". Il Milan lo aspetta

Alla vigilia dell'esordio in Premier, il tecnico del Chelsea conferma le voci di addio del francese, molto vicino ai rossoneri. Leonardo: "Stiamo parlando"

Sarri saluta Bakayoko: "Può andare via in prestito". Il Milan lo aspetta

"Bakayoko potrebbe andare via in prestito". Nella conferenza stampa alla vigilia dell'esordio in Premier League sul campo dell'Huddersfield, il tecnico del Chelsea Maurizio Sarri conferma le voci di addio del centrocampista francese, che è molto vicino al trasferimento al Milan. "La squadra ha tanti elementi - ha aggiunto l'ex allenatore del Napoli - Preferisco averne 23-24 a cui aggiungere tre o quattro giovani".

La trattativa tra Milan e Chelsea prosegue. I due club non hanno ancora trovato l'accordo sulla formula del trasferimento, anche se nelle ultime ore si parla insistentemente di prestito oneroso da 5 milioni di euro più diritto di riscatto fissato a 30. Da sciogliere anche il nodo legato all'ingaggio di Bakayoko, che a Londra guadagna 6-6,5 milioni di euro l'anno: il Milan punta a un aiuto dai Blues sul pagamento dell'ingaggio almeno per la prossima stagione. Il francese è in procinto di lasciare il Chelsea dopo un anno: è arrivato dal Monaco nel luglio 2017 per 42 milioni più bonus.

LEONARDO: "BAKAYOKO? STIAMO PARLANDO"

Leonardo ha parlato di Bakayoko durante la conferenza stampa di presentazione di Strinic e Reina: "Non nego che stiamo parlando, abbiamo dei paletti, vediamo cosa succede - ha detto il direttore dell'area tecnica del Milan - abbiamo ancora sette giorni, vediamo le vere possibilità. Lui è una delle possibilità".

TAGS:
Mercato
Chelsea
Sarri
Milan
Bakayoko

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X