Milan, tra Uefa e mercato: l'obiettivo è trattenere i big

Marco Fassone e Massimiliano Mirabelli vogliono rinforzi, ma resta comunque il rebus Donnarumma

IPP

In casa Milan sta iniziando una settimana fitta di scadenze: il 19 giugno Marco Fassone sarà alla camera giudicante del'Uefa e il 22 dovranno essere versati i 32 milioni di euro di aumento di capitale da parte di Yonghong Li. Ma attorno a queste vicende, i rossoneri pensano al mercato. Due obiettivi: trattenere i big (vedi Bonucci o Suso, anche se ha una clausola da 38 mln) e rinforzare la rosa, ma resta il dilemma Donnarumma.

Il Milan ha appena detto no al Psg per Bonucci (anche se i francesi per evitare sanzioni dall'Uefa devono assolutamente incassare dalle cessioni 60 milioni di euro entro fine mese) e non ha nessuna intenzione di dire addio a Suso. Anche se per lo spagnolo è tutto più difficile: ha una clausola da 38 milioni di euro e se arriva questa offerta, tutto dipenderà dalla volontà del giocatore. In caso dovesse lasciare Milanello, il sostituto sarebbe Callejon del Napoli. Anche lui ha una clausola, ma di 20 milioni.

Fassone e Mirabelli, inoltre, vogliono rinforzare la rosa: Al di là di come andrà con l'Uefa. Sulla questione, in via Aldo Rossi c'è pessimismo, ma filtrà ottimismo per quanto riguarda il sicuro appello al Tas. La rosa va rinforzata, è il diktat che arriva da Casa Milan. Ma attorno a questo scenario, resta il dilemma Donnarumma. Con l'arrivo di Reina, il giovane portiere può essere ceduto, ma non sono mai arrivate offerte concrete da 70 milioni di euro. Il portiere non vuole lasciarsi distrarre da queste voci: il 20 giugno inizierà la maturità. Che quest'anno non può essere rinviata.

TAGS:
Calcio
Mercato
Milan
Suso
Bonucci
Donnarumma
Callejon

Argomenti Correlati

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X