Inter e Fair Play Finanziario, occhio alla lista per le coppe europee

Il ritorno in Europa nasconde le stesse insidie del 2016/2017: l'Inter non potè mettere in lista Joao Mario, Kondogbia, Jovetic e Gabigol

Inter e Fair Play Finanziario, occhio alla lista per le coppe europee

Mentre l'Inter pensa al derby e si aggrappa con le unghie ai tre punti strappati al Benevento per continuare in una corsa Champions molto combattuta e complicata, ecco che, sullo sfondo, ci sono sempre le questioni societarie legate agli investimenti bloccati dalla Cina e, soprattutto, al Fair Play Finanziario da rispettare. E in particolare, questo aspetto, va ad intrecciarsi proprio con il tentativo dei nerazzurri di tornare nelle coppe europee, in particolare in Champions.

Questo perché sui nerazzurri, a fine stagione, penderà una spada di Damocle piuttosto ingombrante: le regole del FFP infatti prevedono anche una limitazione del numero di giocatori che un club può iscrivere alle competizioni UEFA, compreso un limite finanziario al costo totale aggregato dei benefit per i giocatori registrati nella lista A delle competizioni UEFA per club. In poche parole quello che è accaduto proprio ai nerazzurri nel 2016/2017, quando al momento della compilazione della lista per l'Europa League l'Inter non potè iscrivere Joao Mario, Kondogbia, Jovetic e Gabigol, tutti acquisti extra-budget. 

Ora questi quattro giocatori non sono più all'Inter, tra cessioni, prestiti e possibili riscatti futuri. Ma proprio perché non erano già presenti nell'ultima lista Uefa, secondo quanto riporta Tuttosport, la loro cessione non aiuterà i nerazzurri a compilare la lista dei giocatori per le eventuali coppe. L'Inter infatti potrà inserire nuovi giocatori in base a quanto incasserà dalle cessioni di chi era in quella lista europea 2016/2017. E in effetti non ci sono più Andreolli, Ansaldi, Banega, Biabiany (via in prestito), Carrizo, Felipe Melo, Medel, Murillo e Palacio. Tanti giocatori, che però hanno portato nelle casse dell'Inter poco più di 30 milioni.

Mettiamoci dunque nei panni della dirigenza, che medita su come costruire la rosa per un'eventuale Champions. Già inserendo Skriniar, valutato 23 milioni (8 + Caprari, valutato 15), si andrebbe a coprire quasi per intero lo spazio creato. L'Inter poi ha in ballo riscatti molto onerosi (si pensa a Cancelo e Rafinha), mentre, come detto, eventuali cessioni per molti milioni di Kondogbia o Joao Mario non andrebbero ad incidere sulla composizione della lista Uefa.

Il regolamento Uefa recita: "Oltre alla limitazione del numero di giocatori della lista A, sono previste anche limitazioni al numero di nuovi tesseramenti in tale lista e alle spese per trasferimenti". L'Inter dovrà chiudere in pari il bilancio per non incorrere in sanzioni, ma appunto nella compilazione della lista dovrà tener conto il fatto che, per inserire eventuali nuovi acquisti, dovrà cedere giocatori che facevano parte di quell'elenco. E allora si pensa a Eder, Brozovic, Candreva, fino ad arrivare a Mauro Icardi. Mosse e nomi da tenere in considerazione in vista della prossima estate: innanzitutto l'Inter dovrà centrare l'accesso alle coppe, possibilmente per i tifosi alla Champions. Poi dovrà lavorare pensando alla rosa e alla lista europea, per non presentarsi in Europa con una lista decurtata dalle sanzioni del FFP.

TAGS:
Inter
Mercato
Fair play finanziario

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X