Pogba, messaggi a Mou e allo United: "Non posso parlare o verrei multato"

Il francese: "Se non sei felice non puoi dare il massimo"

Pogba, messaggi a Mou e allo United: "Non posso parlare o verrei multato"

Orgoglioso per la fascia di capitano indossata nella prima di campionato, ma fondamentalmente insoddisfatto della sua situazione col club e con l'allenatore. L'estate di Paul Pogba è un saliscendi: dalla gioia del Mondiale con la Francia al mesto ritorno al Manchester United. Le voci di un passaggio al Barcellona o di un ritorno alla Juve avevano acceso la speranza del centrocampista: lasciare Manchester e Mourinho e iniziare una nuova avventura. Cambiare aria, essere il protagonista assoluto, essere amato, soprattutto. Lo spiega in maniera fin troppo candida, Pogba, come si sente. E un po' si morde la lingua. Si aspettava di lasciare Manchester, una speranza ci sarebbe ancora, ma ovviamente lo United non lo libererà non avendo la possibilità poi di acquistare un sostituto.

Il rapporto con Mourinho è logoro, nonostante il portoghese gli abbia affidato la fascia di capitano: "Quando ti senti a tuo agio, quando le persone si fidano di te e stai bene di testa, è tutto più semplice", ha detto Pogba. "Un giocatore che viene scelto, ed è felice, darà sempre di più di un calciatore infelice. Se non sei felice nel fare quello che fai tutti i giorni, non c'è motivo di farlo". Parole che aprono squarci pesanti sulla sua permanenza futura allo United: "Se non sei felice, non puoi dare il massimo". Alla domanda riguardo al suo stato attuale di felicità o meno, Pogba ha risposto: "Ci sono cose che non posso dire, altrimenti verrei multato".

TAGS:
Pogba
Manchester united

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X