TGCOM24
LE NEWS IN TEMPO REALE 24 ORE SU 24. VIDEO, CRONACA, TELEVISIONE, SPORT, MOTORI, VIAGGI
logo

SportMediaset

Coutinho-Barcellona, Klopp non convoca il brasiliano

I Reds pensano a Lanzini. La Nike intanto non commenta la gaffe sui social

Coutinho-Barcellona, Klopp non convoca il brasiliano

Ora sì, Coutinho è un po' più vicino al Barcellona. Jurgen Klopp non ha convocato il brasiliano per la sfida di Premier contro il Burnley. Coutinho non si è aggregato alla squadra che ha viaggiato in trasferta la mattina dell'1 gennaio. Una decisione che molti interpretano come i titoli di coda sull'avventura del numero dieci con la maglia dei Reds. Dopo la fuga di notizie della Nike che lo dava come già giocatore del Barcellona, ora resta da vedere quali saranno le prossime mosse. Ma Coutinho è sempre più vicino a vestire la maglia blaugrana.

BARCELLONA-COUTINHO, UN AMORE ANTICO
Breve riassunto della vicenda. La scorsa estate il Barcellona ha più volte bussato alla porta del Liverpool per acquistare Coutinho. Una serie di offerte al rialzo, fino a quella da oltre 130 milioni, rispedita al mittente dai Reds, fermissimi sulla propria posizione. Quello che filtra è che il Barcellona dovrà migliorare l'offerta della scorsa estate, arrivando almeno a 140 milioni più bonus per acquistare Coutinho. Ricordiamo che, una volta non raggiunto il brasiliano, i blaugrana virarono su Dembélé del Dortmund (115 milioni + bonus), che si è infortunato quasi subito e per diversi mesi.

Il Liverpool, nel frattempo, ha condotto una campagna acquisti faraonica: in estate ha acquistato Salah e Oxlade-Chamberlaine, per una cifra complessiva superiore agli 80 milioni di euro, poi ha acquistato Naby Keita dal Lipsia per 75 milioni, con il centrocampista che però arriverà solo a giugno. Infine ha perfezionato l'arrivo di Virgil Van Dijk dal Southampton per 85 milioni. Cifre da urlo, che fanno pensare che una cessione pesantissima come quella di Coutinho sia necessaria a livello di bilancio. Cosa non necessariamente vera, considerando che gli investimenti dei club di Premier League sono sempre coperti da fatturati vertiginosi, dalle ricche cifre dei contratti per i diritti televisivi e da piani finanziari che consentono questo genere di operazioni.

LA GAFFE NIKE: NESSUN COMMENTO

In questo contesto si è inserita la gaffe della Nike, che ha pubblicato online l'annuncio della possibilità di acquistare la nuova maglia del Barcellona di Coutinho, dando quindi per fatto il trasferimento. Subito è stato fatto sparire il tutto e secondo quanto raccolto dal Times, né il Barcellona né la stessa Nike hanno voluto commentare l'accaduto.

In casa Liverpool, in particolare Klopp, sono convinti che la cessione di Coutinho non solo non sia necessaria nell'immediato, ma che non rappresenti una buona operazione a livello sportivo: i Reds si priverebbero del loro giocatore migliore in vista degli ottavi di Champions col Porto e il Barcellona non potrebbe ovviamente utilizzarlo in Europa, avendo Coutinho già giocato in Champions League coi Reds. Nell'ultima conferenza stampa Klopp non ha voluto commentare la situazione legata al brasiliano, 25 anni, anche se nei giorni scorsi aveva detto: "Nulla è per sempre".

Va detto che i Reds non sono comunque impreparati e immobili, nel caso in cui Coutinho dovesse partire. Il nome per sostituirlo c'è già ed è quello di Manuel Lanzini, argentino classe '93, in forza al West Ham. Ha un contratto fino al 30 giugno 2020 e la sua valutazione si aggira attorno ai 40 milioni di sterline.

TAGS:
Coutinho
Klopp
Liverpool
Barcellona

Argomenti Correlati

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X