Chelsea: Abramovich chiede i danni a Conte per la cessione di Diego Costa

Secondo il Daily Star un tentativo per ridurre la buonuscita di 9 milioni di sterline

Antonio Conte (Afp)

Antonio Conte e il Chelsea rischiano seriamente di finire in tribunale. Secondo il 'Daily Star' gli avvocati di Roman Abramovich sono al lavoro per capire se è possibile ridurre la buonuscita di 9 milioni di sterline per l'ex ct dell'Italia e starebbero valutando se poter intervenire nella cattiva gestione di Conte nei confronti di Diego Costa, ceduto a gennaio all'Atletico dopo essere finito fuori rosa e un valore inferiore di mercato.

In casa Chelsea rischiano seriamente di volare gli stracci tra Abramovich e Conte. Il club londinese ha in mano Maurizio Sarri, ma è tutto bloccato fino a quando non si riesce a trovare un accordo con l'attuale manager, che ha ancora un anno di contratto e diritto a una buonuscita di 9 milioni di sterline in caso di esonero. Euro che il patron russo non vorrebbe sborsare per intero.

Per questo motivo gli avvocati dei londinesi sono al lavoro per capire se sia possibile ridurre la buonuscita aggrappandosi alla cattiva gestione da parte del tecnico salentino della gestione Diego Costa. L'attaccante spagnolo nato in Brasile (tre gol in due partite ai Mondiali in Russia) era stato liquidato un anno fa via sms dall'ex ct dell'Italia ("Non rientri nei miei piani") e da quel momento la frattura era diventata insanabile con il centravanti che aveva deciso di non rientrare a Londra finendo così fuori rosa. A gennaio la punta era poi tornata all'Atletico Madrid per 59 milioni di sterline ma per i Blues il litigio con l'allenatore e la conseguente inattività hanno influito negativamente sulla valutazione.

TAGS:
Chelsea
Roman abramovich
Antonio conte
Causa
Diego costa

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X