SportMediaset

  • Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • LinkedIn
ZoomDisattiva slideshow
Foto 1

AFP

Foto 2

AFP

Foto 3

AFP

Foto 4

AFP

Foto 5

AFP

Foto 6

AFP

Foto 7

AFP

Foto 8

AFP

Foto 9

AFP

Foto 10

AFP

Foto 11

AFP

Foto 12

AFP

    Lotta, protesta in mutande dei tecnici della Mongolia

    Chiusura nel segno della protesta nell'ultima giornata dei Giochi a Rio. Un messaggio politico nel caso dell'etiope Feyesa Lilesa, che ha festeggiato la medaglia d'argento nella maratona concludendo la gara con le braccia incrociate sopra alla testa, un gesto contro la giuria invece quello dei tecnici del lottatore mongolo Ganzorig al termine della finale per il bronzo olimpico nella categoria 65 kg. Il maratoneta etiope ha dedicato la medaglia agli oromo, etnia che vive al confine con il Kenya ed e' impegnata in un'accesa battaglia per l'indipendenza con le autorita' etiopiche. Piu' pittoresca, invece, la protesta dei due allenatori del lottatore mongolo, che si sono spogliati davanti alla giuria per contestare la decisione di assegnare la vittoria all'uzbeko Navruzov, rimanendo addirittura in mutande. Uno dei due si e' anche inginocchiato

    >
    Vinales, ANSA

    Viñales domina la FP1

    Lo spagnolo è il più veloce nelle prime libere in Qatar

    Luzhniki Stadium (Afp)

    Mondiali 2018, stadio finale quasi pronto

    Lavori senza sosta allo Luzhniki Stadium

    Foto IPP

    MotoGP: parte la stagione

    Le annuali foto di rito dei piloti

    foto Afp

    La Cina sogna il mondiale

    Marcello Lippi fa sognare la Cina. L'esordio deludente contro il Qatar, aveva allontanato la qualificazione ai mondiali, ma ora la vittoria 1-0 sulla Corea del Sud del tedesco Stielike mantiene viva la speranza. Un successo storico, il secondo in 32 sfide arrivato grazie alla rete di Yu Dabao, attaccante del Beijing Guoan al 34'. Partita giocata con misure di sicurezza straordinarie e 10mila agenti a garantire l'ordine pubblico fuori dallo stadio di Changsha.

    foto da Inter.it

    Nasce l'Inter Academy di Cordoba

    E' volato in Argentina a Cordoba dove ha inaugurato la prima Academy dell'Inter nel suo Paese Javier Zanetti. Emozionato e orgoglioso il vicepresidente: "Vedere la gioia dei bambini e delle loro famiglie è stupendo". Poi, parlando ai microfoni di La Voz, Zanetti ha racccontato un retroscena di mercato: "Siamo stati molto vicini a prendere Dybala, ma alla fine l'affare non si è concretizzato. Dal mio punto di vista spero che possa fare grandi cose con la maglia dell'Argentina".

    Coverciano, ultimo allenamento dell'Italia prima dell'Albania

    L'Italia vola a Palermo

    Ultimo allenamento prima del trasferimento per la sfida con l'Albania

    F1: i piloti in posa

    F1: i piloti in posa

    Tutti i protagonisti della stagione

    Tennis: Haas, selfie con l'iguana

    Haas, selfie con l'iguana

    Curioso fuoriprogramma a Miami

    F1: tutti i caschi dei piloti

    F1: tutti i caschi

    A Melbourne via alla stagione: i piloti si presentano così

    Corriere dello Sport

    I giornali: 23 marzo

    Lo sport sui quotidiani italiani ed esteri

    Germania-Inghilterra, Foto Ansa

    Germania, Poldi show

    A Dortmund Inghilterra stesa con una magia

    L'ultima di Podolski con la Germania

    L'ultima tedesca di Poldi

    L'attaccante dice addio alla Germania contro l'Inghilterra