• Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • LinkedIn

JR Smith, il web non lo perdona: i meme più divertenti

Nba Finals, gara-1 alla Oracle Arena. Golden State Warriors-Cleveland Cavaliers 107-107, sul cronometro 4"7. Palla in mano a George Hill, che ha appena realizzato il tiro libero del 107 pari. Ne ha un altro per le mani. Lo tira corto, cortissimo, sul primo ferro. La palla, però, magicamente, finisce nelle mani di JR Smith, che col cronometro che inizia a scorrere, può appoggiare la palla al tabellone per un tap-in magari non comodissimo, considerando il traffico, l'importanza, la stanchezza. Però, con un guizzo, JR Smith fa una cosa incredibilmente inaspettata, inizia a palleggiare uscendo dal pitturato e dirigendosi verso il proprio canestro, scappando dagli avversari. LeBron James - che chiuderà la partita con 51 punti - non ci crede. Inizia a indicargli il canestro. Solo in quel momento JR capisce: i Cavs non erano in vantaggio, ma la partita era sul 107 pari. Lo scarico goffo per un compagno, la sirena, l'overtime (poi stravinto dai Warriors). 107-107, giocatori Cavs sgomenti, faccia di LeBron un programma, JR allucinato.

È successo qualcosa che qualcuno ha definito "uno dei più grandi errori nella storia dello sport americano". Nel post-partita Smith ha provato a giustificarsi: "Sapevo che eravamo pari ma sapevo anche che avevamo ancora un timeout. Io avevo addosso Durant che difendeva, poi ho guardato LeBron e pensavo volesse chiamare il timeout. Così mi sono fermato e la partita è finita". Una spiegazione per nulla convincente. Assurda, a dire il vero.

Nelle varie ricostruzioni si è parlato anche di un labiale captato in campo: "Pensavo fossimo avanti". Ma nelle interviste JR ha ribadito: "Sapevo della parità e pensavo volessimo chiamare timeout. Avevo addosso Durant, che aveva quattro stoppate: non volevo essere il quinto ad essere stoppato".

La foto di LeBron che indica a JR il canestro, mentre lui si dirige dalla parte opposta, è già diventata iconica. Di più: ha fatto il giro del mondo e in un amen sul web è stata trasformata in divertentissimi meme (alcuni sono tratti da La Giornata Tipo).

>
Argentina, una "vergogna"

Argentina, una "vergogna"

La disfatta dell'Albiceleste sui quotidiani argentini e non

Maradona scatenato in tribuna. Poi la disperazione

Maradona, che sofferenza

Il Pibe de oro euforico poi disperato per l'Argentina

Mondiali 2018, Argentina-Croazia 0-3: le foto del match

Croazia show, Argentina stesa

Rebic, Modric e Rakitic: Messi e compagni crollano 3-0

Francia, urlo Mbappé

Francia, urlo Mbappé

Il gol del giovane attaccante transalpino stende il Perù e regala gli ottavi ai Bleus

Danimarca-Australia (Ansa)

Pari tra Danimarca e Australia

Jedinak risponde a Eriksen: 1-1

Juve regina dei parametri zero: ecco la Top 11

Parametri zero, Juve regina

Ecco la Top 11 dei colpi di Marotta

Juve, finalmente emre Can

Juve, è arrivato Emre Can

Il tedesco a Torino per visite mediche e firma

Lavaredo Ultratrail, una corsa unica al mondo

Lavaredo Ultratrail, una corsa unica al mondo

Un panorama mozzafiato, quello delle Dolomiti, che ogni anno richiama atleti e appassionati da ogni parte del globo

Santon nell'affare Nainggolan: l'ironia del web

Santon-Roma, il Web si scatena

Quanti meme per il terzino nell'affare Nainggolan