• Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • LinkedIn
ZoomDisattiva slideshow
Foto 1

Lapresse

Foto 2

Lapresse

Foto 3

Sportmediaset

Filippi Biografica Formula E

Foto 4

Lapresse

Foto 5

Lapresse

Foto 6

Lapresse

Foto 7

Lapresse

Foto 8

Lapresse

Foto 9

Lapresse

Foto 10

Lapresse

Foto 11

Lapresse

Foto 12

Lapresse

Foto 13

Lapresse

Foto 14

Lapresse

Foto 15

Lapresse

Foto 16

Lapresse

Foto 17

Lapresse

Foto 18

Lapresse

Foto 19

Lapresse

Foto 20

Lapresse

Foto 21

Lapresse

Foto 22

Lapresse

Foto 23

Lapresse

Foto 24

Lapresse

Foto 25

Lapresse

Foto 26

Lapresse

Foto 27

Lapresse

Foto 28

Lapresse

Foto 29

Lapresse

Foto 30

Lapresse

Foto 31

Lapresse

Foto 32

Lapresse

Foto 33

Lapresse

Foto 34

Lapresse

    Magnini e l'addio al nuoto, una carriera da re

    Dopo 27 anni di gare, 54 medaglie fra cui 2 ori mondiali, Filippo Magnini ha detto basta. Il 35enne campione pesarese ha infatti annunciato il ritiro dall'attivita' agonistica e lo ha fatto a modo suo, sorprendendo tutti. Dopo aver ottenuto il terzo posto nella serie dei 200 stile libero ai Campionati Assoluti in vasca corta di Riccione, Magnini uscendo dall'acqua ha preso il microfono e ha annunciato al pubblico presente la sua decisione. Bello poi l'abbraccio fra l'ex campione del Mondo sui 100 sl e gli altri atleti presenti a bordo vasca. "E' il momento giusto, smetto da capitano della Nazionale", ha detto Magnini visibilmente emozionato.


    "La mia prima medaglia era stato un bronzo e oggi chiudo con un altro bronzo dopo 27 anni, sono tanti tanti", ha commentato ancora Magnini dopo il ritiro. "Sono contento di tutto quello che ho fatto, delle esperienze belle e brutte. Tutti i percorsi, i sacrifici, i dolori e gli infortuni. Le storie d'amore, belle e brutte, passate e finite", ha proseguito con un velo di commozione. "Era giusto cosi'. Smetto da capitano della Nazionale, sono il piu' esperto in attivita' che ha vinto di piu'", ha detto Magnini. "Smette un simbolo, che nei 100 e' stato il piu' grande ma smette felice e spero di aiutare i ragazzi in qualche modo", ha concluso.


    Un saluto tra mille emozioni e ricordi quello del miglior velocista nella storia del nuoto italiano, personaggio carismatico e protagonista anche fuori dalle piscine con la storia d'amore ormai finita con Federica Pellegrini. In carriera Magnini ha vinto in totale 54 medaglie, fra cui 2 ori nei 100 sl ai Mondiali a Montreal nel 2005 e Melbourne nel 2007 come i soli Matt Biondi e Popov prima di lui. Tre volte campione d'Europa a Madrid 2004, Budapest 2006 e Debrecen 2012 quando aveva gia' compiuto 30 anni. Bronzo olimpico con la staffetta 4x200 ad Atene nel 2004. Due volte di fila campione europeo in vasca corta nei 100 stile libero e quattro consecutive nei 200 tra il 2004 e il 2007.


    Sui 100 sl vanta un personale di 48"04. primo italiano ad abbattere il muro del 49 secondi, sui 200 di 1'46"89 tempi fatti segnare entrambi nel 2009. Sul podio dei campionati assoluti italiani dal 2002. Con il ritiro a 35 anni, Magnini e' stato uno degli atleti piu' longevi nel panorama natatorio mondiale. Nell'arco della sua carriera ha sfidato autentici 'dei' delle corsie come Alexander Popov, Ian Thorpe, Pieter van den Hoogenband e Michael Phelps.


    La notorieta' dovuta ai successi in piscina, ha consentito a Magnini di entrare a far parte sempre piu' spesso anche del mondo dello spettacolo e non solo. Nel 2008 ha partecipato alla sesta edizione edizione della trasmissione televisiva L'isola dei famosi. Inoltre, nel 2011, e' apparso in alcune scene della fiction Come un delfino con Raoul Bova, interpretando se' stesso. Nel 2017 ha preso parte alla prima edizione di Celebrity Masterchef Italia. La storia d'amore tormentata con la Divina Federica Pallegrini lo ha fatto spesso finire sulle copertine dei rotocalchi o sui siti di gossip, i due sono diventati in breve tempo la coppia piu' chiacchierata e invidiata del nuoto italiano.


    Fra tante luci anche una macchia, quella del coinvolgimento nell'inchiesta della Procura di Pesaro riguardante sostanze dopanti e medicinali che sarebbero stati commercializzati da un medico nutrizionista, che ha portato all'apertura di una indagine da parte della Procura antidoping di Nado Italia. "Se sul mio ritiro ha influito l'inchiesta sul doping? Quello zero, e' giusto che le giustizia faccia il suo corso. Sono molto sereno, la procura ha gia' detto che sia io che Michele Santucci siamo totalmente estranei ai fatti", ha concluso Magnini.

    >
    La Juve non sbaglia un colpo

    La Juve non sbaglia un colpo

    Ronaldo e Bernaredeschi affondano il Frosinone: bianconeri a punteggio pieno

    Al Milan non basta Higuain

    Al Milan non basta Higuain

    L'argentino, al primo gol in rossonero al Meazza, non basta: con l'Atalanta è 2-2

    Serie A, l'Udinese affonda il Chievo

    L'Udinese vola alto

    Importante successo per 2-0 sul campo del Chievo

    Serie A, Lazio-Genoa 4-1: le foto del match

    La Lazio cala il poker

    I biancocelesti superano il Genoa 4-1

    Serie A, Bologna-Roma 2-0: le foto

    Colpo Bologna, Roma ko

    La squadra di Inzaghi vince 2-0 al Dall'Ara

    Torino-Napoli 1-3

    Napoli, tutto facile a Torino

    Ancelotti vince 3-1: Insigne (2), Verdi e Belotti

    Lorenzo, AFP

    Marquez affonda le Ducati

    Il 93 trionfa ad Aragon davanti a Dovizioso: è a + 72

    I giornali: 23 settembre

    I giornali: 23 settembre

    La rassegna stampa dei quotidiani italiani ed esteri

    Italvolley, ko indolore

    Italvolley, ko indolore

    Mondiali: azzurri sconfitti ma qualificati alle Final Six