• Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • LinkedIn

MV Agusta, Brutale 800 RR America

Le serie speciali sono diventate per MV Agusta una fortunata tradizione, che continua con la nuova Brutale 800 RR America. Nelle concessionarie da aprile 2018, questo modello reinterpreta in modo originale ed elegante la storia di MV Agusta. La prima moto che porta il nome “S America 750”, infatti, risale al 1975. La dotazione tecnica era di prim’ordine: motore quattro cilindri in linea con doppio albero a camme in testa, raffreddamento ad aria e potenza di 75 cavalli. Passano oltre 25 anni prima che il nome America torni sul serbatoio di una MV Agusta: si tratta della prima Brutale, anch’essa a quattro cilindri, che in versione speciale era avvolta nei colori degli Stati Uniti, i tradizionali blu, bianco e rosso. La suggestione dell’America torna nel 2012, con una nuova versione speciale, sviluppata ancora una volta sulla base dell’ammirata Brutale a quattro cilindri. La nuova Brutale 800 RR America, invece, monta il tre cilindri in linea che ha fatto di prestazioni, compattezza e tecnologia le sue caratteristiche più eclatanti. La versione speciale è stata sviluppata sulla base della Brutale 800 RR, modello appena rinnovato in profondità. La moto, infatti, vanta moltissimi aggiornamenti tecnici, a partire dalla completa riprogettazione del cambio, più dolce negli innesti e ancora più preciso che in passato. Il nuovo contralbero e la primaria ridisegnati, il profilo ottimizzato delle camme di aspirazione e scarico, le nuove valvole sono soltanto alcuni degli interventi migliorativi. Rivista la gestione elettronica del motore, con algoritmi e mappature di gestione aggiornate. Affinamenti per il Traction Control, che beneficia di strategie e taratura ulteriormente migliorati. Anche la ciclistica è stata oggetto di specifici interventi, come la scelta di vincolare il motore al telaio, in modo da incrementare la rigidità complessiva del veicolo. Nuovo anche il sistema parastrappi posteriore, progettato per offrire maggior comfort di guida. Sono molte le caratteristiche distintive di questa Special Edition numerata, a partire dalla splendida colorazione su base blu micalizzato con riflessi cangianti. Sul serbatoio campeggia il motivo a stelle già presente sulla 750 S del 1973. Molti dettagli sono esaltati dalla verniciatura nero lucido, come ad esempio il parafango anteriore con logo MV Agusta e il fianchetto del radiatore con indicazione “America Special Edition”. Ricercata la finitura della sella, con cuciture dai riflessi dorati, materiali specifici per le sezioni dedicate a pilota e passeggero, e imbottitura studiata per aumentare il comfort. 1 2 A sottolineare l’esclusività della Brutale 800 RR America concorre la scritta “America Special Edition” e il numero progressivo di produzione, posti sulla copertura della strumentazione. Il numero progressivo è riportato anche sul certificato di autenticità consegnato a ciascun acquirente.

>
La rassegna stampa del 20 settembre

I giornali: 20 settembre

Lo sport sui quotidiani italiani e stranieri

Real-Roma (LaPresse)

La Roma crolla a Madrid

Isco-Bale- Mariano Diaz: 3-0 Real

Champions, Valencia-Juventus 0-2: le foto del match

Pjanic esalta la Juventus

Champions, Valencia-Juventus 0-2

Champions, prima espulsione per Cristiano Ronaldo

CR7 espulso a Valencia

L'esordio Champions in bianconero dura 30'

Ronaldo espulso, social scatenati

Rossi a CR7, ironia social

Web scatenato dopo l'espulsione del portoghese a Valencia

Serie A, pari tra Sampdoria e Fiorentina

Caprari-Simeone: è 1-1

Finisce pari il recupero tra Sampdoria e Fiorentina

Ferrari, ecco le Monza SP1 e SP2

Ferrari Monza SP1 e SP2

Presentate le "barchette" ispirate ai modelli degli anni ’50

Suzuki, ecco la Ryuyo per la pista

La Suzuki per la pista

Presentata la Ryuyo, versione racing della GSX-R1000R

Ecco la Lamborghini Huracán GT3 EVO

Huracán GT3 EVO, un mostro di potenza

Lamborghini ha svelato la nuova evoluzione