Formula E

Menu

Formula E, Venturi scommette sui piloti del futuro

Battezzata un'Academy con otto piloti: tra loro ci sono il fratello di Leclerc e i campioni di eSport

Formula E, Venturi scommette sui piloti del futuro

La Formula E è sempre a caccia di nuovi piloti per il futuro e c'è chi ha deciso di fare in proprio. La monegasca Venturi, infatti, ha lanciato il programma "Next Gen" con l'obiettivo di aiutare i giovani talenti a sfondare nel campionato delle monoposto elettriche. Al momento si punterà su otto giovani piloti tra cui Arthur Leclerc, fratello minore del pilota dell'Alfa Romeo-Sauber in F1, Charles. Insieme al francese, ci sono anche Dorian Boccolacci, vincitore di gare in GP3, Pierre-Louis Chovet proveniente dalla F4, i kartisti Louis Iglesias e Benjamin Cartery e i campioni di eSport Maxime Pain, Kevin Leaune e Gaetan Goarant.

"Vogliamo aiutare chi ha talento, ma non sempre trova la strada giusta per mostrarlo - ha detto il presidente di Venturi, Gildo Pastor - . Abbiamo spesso dato delle chance ai giovani in passato, come dimostra il nostro collaudatore in Formula E, Michael Benyahia, che ha solo 17 anni. Creare la Venturi Next Gen è il logico passo per continuare a scommettere sui giovani".

I piloti si divieranno tra simulatore e allenamento fisico e mentale nel training camp vicino al Principato di Monaco. Poi spazio alla tecnica, fino alla pratica in pista con vetture di Formula E. Maro Engel ed Edoardo Mortara sono avvisati.

TAGS:
Formula E
Scuola
Leclerc
Accademia

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X