Vettel-Dovizioso come Raikkonen-Stoner nel 2007? Ferrari e Ducati incrociano le dita

Undici anni fa F1 e MotoGP si aprirono con una vittoria in rosso, preludio alla doppietta mondiale...

di ALBERTO GASPARRI

Se è vero che la storia si ripete, allora il 2018 potrebbe essere ricordato come uno degli anni più gloriosi per il motorismo italiano. Perché il successo di Vettel e della Ferrari a Melbourne arriva dopo quello di Dovizioso e della Ducati nella MotoGP in Qatar. Il tutto a undici anni di distanza da un'altra doppietta rossa all'esordio nei rispettivi campionati. Era, infatti, il 2007 quando Kimi Raikkonen e la Rossa vincevano proprio a Melbourne e Casey Stoner e la Desmosedici trionfavano a Losail.

Vettel-Dovizioso come Raikkonen-Stoner nel 2007? Ferrari e Ducati incrociano le dita

Ma soprattutto, come finirono quelle stagioni? Con il finlandese e l'australiano che portarono il titolo mondiale a Maranello e Borgo Panigale. Un "uno-due" fantastico, che adesso è la base per far sognare non soltanto gli scaramantici.

Addirittura, sulla carta ci sarebbero maggiori possibilità rispetto a quella storica volta. Oggi Vettel e Dovizioso, la Ferrari e la Ducati, sono gli sfidanti numero uno delle coppie campioni Hamilton-Mercedes e Marquez-Honda. Peccato solo che si trovino di fronte due cannibali del motorsport, che difficilmente lasciano la presa. Allora, invece, il successo di Stoner arrivò come un fulmine a ciel sereno, mentre quello di Raikkonen all'ultima gara fu la continuazione dell'era dominata da Schumi.

Insomma, due storie diverse, accomunate solo da protagonisti, ambizioni e coincidenze. Con la speranza che anche il finale sia identico.

Vettel-Dovizioso come Raikkonen-Stoner nel 2007? Ferrari e Ducati incrociano le dita
TAGS:
F1
MotoGP
Stoner
Raikkonen
Ducati
Ferrari
Vettel
Dovizioso

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X