Rosberg è un uomo in fuga

Per Hamilton e Vettel sarà complicato smaltire le scorie di questo inizio di stagione

di LUCA BUDEL

Rosberg (Afp)

Un uomo in fuga. E’ il titolo dello show che sta mettendo in scena Nico Rosberg, che a Shanghai ha allungato a quota sei la striscia di trionfi. Uno stato di grazia che coincide con lo smalto che Lewis Hamilton ha improvvisamente smarrito e con il resto del gruppo che pasticcia e poi è costretto a rimontare. Il biondo è lassù con 75 punti, gli stessi che hanno Hamilton e Ricciardo - secondo e terzo nel mondiale - facendo la somma. Più lontano Vettel, che di lunghezze deve recuperarne addirittura 42, un’enormità dopo 3 gare appena.

Cifre che sottolineano la forza della Mercedes che riesce a dominare con quello che fino all’anno scorso era il numero due, in attesa di recuperare il vecchio capitano, distratto forse da bella vita e benessere, sicuramente penalizzato da qualche problema tecnico imprevisto. Nico ha un vantaggio spaventoso che gli permette di attendere con serenità la trasferta in Russia dell'1 maggio. Per Vettel e Hamilton sarà invece complicato smaltire le scorie di questo inizio di stagione subito in salita. Per rosicchiare punti a Nico toccherà prendere rischi supplementari, senza la garanzia di tarpare le ali all’uomo in fuga.

TAGS:
F1
GP Cina
Vettel
Rosberg
Mercedes
Hamilton
Ferrari