Lauda e Hunt, 40 anni dopo: i figli insieme nella Nascar

Mathias e Freddie gareggeranno con la stessa scuderia, la DF1 Racing Team

Lauda e Hunt, 40 anni dopo: i figli insieme nella Nascar
Si chiamano Mathias Lauda e Freddie Hunt e - pesantissimo cognome a parte - hanno già scritto la storia. Perché? I figli di Niki e James correranno insieme nella Nascar Whelen Euro Series con la stessa scuderia, la casa austriaca DF1 Racing Team. Nessun duello, dunque, come fecero i loro padri 40 anni fa in Formula 1, rispettivamente con Ferrari e Mc Laren. Ma, se buon sangue non mente, ne vedremo delle belle.

Davanti agli occhi degli appassionati di vecchia data c'è ancora quell'epico duello tra Lauda e Hunt nel Mondiale del 1976. Il ferrarista dominava nella classifica iridata, poi il celeberrimo incidente nel Gran Premio di Germania e la rimonta del londinese, culminata con la vittoria del titolo per un punto nell'ultima gara sul circuito di Fuji, nonostante Niki fosse tornato in pista dopo soli 42 giorni dal terribile frontale in terra tedesca. Dagli anni '70 al 2015, dalla Formula Uno alla Nascar: cambiano gli scenari, non del tutto gli interpreti.

Il 28enne Freddie Hunt debutterà nella competizione con la sua Chevrolet SS, non è mai stato attirato dall'idea di seguire in pieno le orme del padre perché, a detta sua, "la F1 di oggi è noiosa e fa ridere". Il 34enne Mathias Lauda possiede invece un minimo bagaglio di esperienza, oltre a un primato non da poco: quello della vittoria nella prima gara di sempre delle Whelen Euro Series, sull’ovale bagnato del Tours Speedway. Per seguire le vincenti orme dei due giganti che li hanno preceduti 40 anni fa ne dovrà passare di acqua sotto i ponti. La storia si ripeterà? Alla Nascar l'ardua sentenza.

TAGS:
Lauda
Hunt
Nascar

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X