Ferrari, due settimane da incubo

Da Singapore a Sepang, il Mondiale di Maranello ha preso una brutta direzione

di LUCA BUDEL

Ferrari, due settimane da incubo

La macchina distrutta in curva dopo aver tagliato il traguardo. E’ la fotografia della settimana da incubo vissuta dalla Ferrari tra Singapore e Malesia. Insomma non c’è stato nemmeno il tempo per celebrare la rimonta fuori media di Vettel che la Ferrari ha dovuto fare i conti con un altro disastro a tempo scaduto. Prima della corsa eccezionale di Sebastian l’umore degli uomini in rosso era già stato messo a durissima prova dal ritiro di Raikkonen, fermo in griglia, senza la possibilità di creare almeno un minimo disturbo a Hamilton.

Mai una gioia dentro due domeniche caratterizzate da errori umani a fragilità dei materiali. Per questo motivo la rimonta di Vettel rappresenta un’impercettibile macchia di colore su una tela dalla dominante nera. La prestazione di Sebastian non ha fatto altro che accentuare rabbia e rimpianti per due occasioni perse, per un mondiale che ha preso in fretta un’altra direzione. A Singapore e in Malesia la Ferrari era superiore alla concorrenza, sulla carta 50 punti abbastanza agevoli da mettere in cassaforte. Ma dalla carta all’asfalto il passaggio è stato traumatico. Tre ritiri, il quarto posto di Vettel e l’allarme affidabilità da gestire nelle ultime cinque gare del campionato.

TAGS:
F1
Ferrari
Vettel
Raikkonen
Hamilton

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X