TGCOM24
LE NEWS IN TEMPO REALE 24 ORE SU 24. VIDEO, CRONACA, TELEVISIONE, SPORT, MOTORI, VIAGGI

SportMediaset

F1 Ungheria: pole di Vettel, delirio Ferrari

Raikkonen partirà 2°, le Mercedes alle loro spalle

di DANIELE PEZZINI

Sebastian Vettel vola sull'asfalto dell'Hungaroring e centra la sua seconda pole position stagionale con un mostruoso 1'16''276. Al fianco del tedesco scatterà l'altra Ferrari di Kimi Raikkonen (+ 0''168), per una prima fila tutta rossa come già accaduto a Sochi e a Montecarlo. Alle spalle dei due piloti di Maranello partiranno le Mercedes di Valtteri Bottas (+ 0''254) e Lewis Hamilton (+ 0''417), alle prese con qualche problema di gestione delle gomme supersoft.

ZoomDisattiva slideshow
Foto 1

AFP

Foto 2

AFP

Foto 3

AFP

Foto 4

AFP

Foto 5

AFP

Foto 6

AFP

Foto 7

AFP

Foto 8

AFP

Foto 9

AFP

Foto 10

AFP

Foto 11

AFP

Foto 12

AFP

Foto 13

AFP

Foto 14

AFP

Foto 15

AFP

Foto 16

AFP

Foto 17

AFP

Foto 18

AFP

Foto 19

AFP

Foto 20

AFP

Foto 21

AFP

Foto 22

AFP

Foto 23

AFP

Foto 24

AFP

Foto 25

AFP

Foto 26

AFP

Foto 27

AFP

Foto 28

AFP

Foto 29

AFP

Foto 30

AFP

Foto 31

AFP

Foto 32

AFP

Foto 33

AFP

Foto 34

AFP

Foto 35

AFP

Foto 36

AFP

Foto 37

AFP

Foto 38

AFP

Foto 39

AFP

Foto 40

AFP

Foto 41

AFP

Foto 42

AFP

Foto 43

AFP

Foto 44

AFP

Foto 45

AFP

Foto 46

AFP

Foto 47

AFP

Foto 48

AFP

Foto 49

AFP

Foto 50

AFP

Foto 51

AFP

Foto 52

AFP

Foto 53

AFP

Foto 54

AFP

Foto 55

AFP

Foto 56

AFP

Foto 57

AFP

Foto 58

AFP

Foto 59

AFP

Foto 60

AFP

Foto 61

AFP

Foto 62

AFP

Seb e Kimi mettono così la parola fine al dominio Mercedes in qualifica e la Ferrari ritrova una pole position (e una doppietta) che mancava dal GP di Monaco. Era addirittura dal 2005, dai tempi di Schumacher, che una vettura del Cavallino non partiva davanti a tutti nel Gran Premio d'Ungheria.

Dopo il dominio assoluto mostrato nelle Libere 3 del mattino, la pole per Vettel sembrava quasi una formalità e, in un certo senso, lo è stata. Lewis Hamilton ha avuto uno squillo nel Q2, ma le difficoltà nel gestire le gomme supersoft alla fine lo hanno costretto a puntare tutto su un unico tentativo di giro lanciato nel Q3, dal quale è scaturito un misero (se così si può definire) quarto tempo. Per il pilota britannico l'appuntamento con la storia (le 68 pole di Schumacher) è dunque rimandato e domenica sarà costretto a una gara in rimonta, nella quale scatterà alle spalle del duo finlandese Raikkonen-Bottas.

Dietro i "Fab Four", in terza fila, ci sono naturalmente le Red Bull di Verstappen e Ricciardo, che si confermano terza forza del mondiale dopo aver provato a ribaltare le gerarchie in un venerdì di libere che aveva visto l'australiano grande protagonista.

Settimo tempo per la Renault di Hulkenberg (che però partirà 12° per una penalizzazione già ufficializzata venerdì), ottavo per la McLaren di Fernando Alonso, che festeggia il suo 36esimo compleanno con una buona quarta fila e con una vettura che finalmente sembra dargli qualche risposta positiva. Chiudono la top 10 Vandoorne e Sainz.

Partirà penultimo invece Paul Di Resta, catapultato su una Formula 1 a quasi quattro anni di distanza dall'ultima volta, dopo aver sostituito Felipe Massa sulla Williams. Il britannico è stato comunque capace di tenersi alle spalle la Sauber di Ericsson. Il pilota della Toro Rosso, Daniil Kvyat, invece ha ricevuto due punti di penalizzazione sulla sua patente ed è stato retrocesso di tre posizioni in griglia per aver ostacolato Stroll durante le qualifiche. Kvyat partirà 16°, passando da 12 a 10 punti sull apatente.

TAGS:
Formula 1
Ungheria
Hungaroring
Qualifiche

Argomenti Correlati

CLICCATE E VOTATE

F1, dominio Ferrari in qualifica: sarà doppietta anche in gara?

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X