F1 Ungheria: Hamilton trionfa, le Ferrari sul podio

Niente impresa per Vettel, pasticcio finale per Bottas (5°) punito con 10 secondi di penalità

di DANIELE PEZZINI

Lewis Hamilton vince il GP d'Ungheria e allunga in testa al mondiale di F1. Il britannico della Mercedes ha dominato la gara dalla pole, tenendosi dietro la Ferrari di Vettel che nonostante una strategia diversificata non è riuscito nell'impresa e si è dovuto accontentare del 2° posto. Sul podio anche l'altra Rossa di Raikkonen, beffato Bottas (5° dietro Ricciardo) che ha pasticciato nel finale ed è stato punito con 10 secondi di penalità.

Un duello a distanza per 70 giri, quello tra Lewis e Seb, giocato tutto sulle differenze tra le gomme. Le qualifiche bagnate avevano permesso ai piloti di scegliere liberamente lea mescola con cui partire e i due rivali avevano optato per strategie diverse: ultrasoft per il britannico (fermatosi dopo 25 giri), soft per il tedesco (fermatosi dopo 39). Un ruolo decisivo nel contenere la Ferrari lo ha giocato però soprattutto Valtteri Bottas, che approfittando di un pit-stop non impeccabile di Vettel è riuscito a tenerselo alle spalle dopo la girandola delle soste, rendendogli infernale (anche per le temperature) il finale di gara. 

In una domenica piuttosto noiosa i sussulti sono arrivati tutti nei cinque giri conclusivi: dopo aver infilato Bottas, la SF71H di Vettel è stata infatti centrata in pieno dall'alettone anteriore del finlandese e solo per un miracolo Seb non ha rimediato una foratura. Con l'ala danneggiata Valtteri è stato infilato anche da Raikkonen e si è ritrovato in lotta con Ricciardo, colpendo poco dopo anche la sua Red Bull e finendo così sotto la lente dei commissari: 10 secondi di penalità la sanzione, che non hanno influito sulla posizione d'arrivo visto che Gasly era a + 23''3.

Alla fine comunque il muretto Mercedes ha avuto la meglio, regalandosi una splendida vittoria e, soprattutto, regalando a Hamilton il + 24 su Vettel nel mondiale. Un allungo importante, arrivato giusto prima della pausa estiva. La Ferrari ci ha provato, ma ha dovuto arrendersi alle circostanze della gara: decisiva, in sostanza, la qualifica bagnata di sabato pomeriggio.

Weekend invece da dimenticare per le Red Bull. Dopo il ritiro di Ricciardo a Hockenheim la RB14 (o meglio, la power unit Renault) ha confermato grossi problemi di affidabilità e questa volta è stato Max Verstappen a pagarne le conseguenze, con un ritiro dopo appena 6 giri. Daniel, dopo la brutta qualifica, è riuscito invece a limitare i danni con una bella rimonta dal 12° al 4° posto. Domenica nera anche per Charles Leclerc, rimasto coinvolto in una serie di contatti al via e out dopo appena un giro e mezzo.

In top 10 anche un eccezionale Gasly con la Toro Rosso, che ha messo la monoposto del team di Faenza davanti alla Haas di Magnussen, alla McLaren di Alonso, alla Renault di Sainz e all'altra Haas di Grosjean, che ha chiuso la top 10.

TAGS:
Formula 1
Ungheria
Budapest
Gara

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X