F1: superiorità Mercedes e i limiti della Ferrari. Monza la gara chiave

Austin era un tracciato giudicato favorevole alle caratteristiche della rossa. Ma, a parte l'avvio lampo di Vettel, Hamilton ha corso senza troppi pensieri

di LUCA BUDEL

F1: superiorità Mercedes e i limiti della Ferrari. Monza la gara chiave

Per scoprire i limiti della Ferrari è servita l'esibizione di Austin, tracciato giudicato favorevole alle caratteristiche della rossa. Infatti, a parte l'avvio lampo di Vettel, gesto neutralizzato in pochi chilometri più tardi da Hamilton, la Mercedes ha dimostrato una superiorità netta. Lewis ha corso per l'ennesima volta senza troppi pensieri mettendo l'ennesimo autografo sulla coppa e confermandosi miglior interprete della pista texana. Vettel da parte sua ha spremuto la macchina, rendendone noto al mondo l'effettivo potenziale.

La gara in rimonta di Verstappen sottolinea che la Red Bull ha ormai raggiunto la Ferrari sul fronte del rendimento in gara, un recupero avviato da metà stagione in poi, come già accaduto l'anno scorso. Errori e affidabilità a parte, la chiave di volta della stagione è stata Monza. Una batosta in casa che ha costretto gli uomini del cavallino a spostare il limite un po' più in là, con un carico di pressione supplementare su piloti e squadra che non ha prodotto nulla di buono. Semmai dello sforzo di Maranello hanno paradossalmente beneficiato Hamilton e la Mercedes, con Lewis che nelle ultime sei gare ha vinto cinque volte, piazzandosi secondo in un'occasione. Una dimostrazione di forza portata avanti anche ad Austin, teatro della prima festa per il mondiale costruttori. Per il titolo piloti servirà avere pazienza per una settimana. In Messico a Hamilton basterà infatti piazzarsi tra i primi 5.

TAGS:
Formula 1
Gp usa
Austin

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X