F1, Sochi: Hamilton risponde a Rosberg

Grande giro veloce per Lewis. Vettel rimane fermo per un black out all'elettronica

Seconda sessione di prove libere per la Formula 1 a Sochi in Russia. Hamilton risponde a Rosberg con un giro mostruoso che è più di sei decimi migliore del crono di Vettel (2°, ma poi costretto a sostituire il cambio e penalizzato di cinque posizioni sulla griglia di partenza). Per Rosberg (3°) male la simulazione qualifiche mentre molto positivo il passo gara. Raikkonen chiude quarto a un secondo e due.

Si spegne tutto nel momento più bello. Vettel è in piena simulazione qualifiche, ha appena fatto registrare il giro veloce, ma al momento di rilanciare il time attack la macchina va in black out. Sono passati solo 30 minuti e per Sebastian è già finita la seconda sessione di libere. L'ennesimo problema di affidabilità, difficile capire quale sia il livello della Ferrari con questi continui contrattempi. Di sicuro c'è solo la penalizzazione arrivata a pomeriggio inoltrato quando la Ferrari è stata costretta a sostituire il cambio del tedesco.

A raccogliere dati utili per la gara rimane quindi Kimi Raikkonen che non riesce però a spingere a fondo la sua monoposto. La sua simulazione gara è più lenta non solo di quella delle due Mercedes, ma anche di quella di Valtteri Bottas, davvero sorprendente. Come detto, questa volta la sfida tra le due Frecce d'Argento è vinta da Lewis Hamilton, che risponde con un giro perfetto a chi lo dava in difficoltà. Fin da subito si capisce che Lewis vuole cercare il limite per mettere pressione al suo compagno di squadra Rosberg. Il pilota britannico colleziona lunghi e testacoda, ma quando riesce a non commettere errori è di gran lunga il più veloce.

F1, Sochi: Hamilton risponde a Rosberg

TAGS:
Formula 1
Sochi
Ferrari
Vettel
Raikkonen
Mercedes
Rosberg
Hamilton