F1, le pagelle di Silverstone

Hamilton vince senza aiutini, Vettel è confuso e infelice

di LUCA BUDEL

F1, le pagelle di Silverstone

LEWIS HAMILTON – VOTO 10
E’ l’unica superstar del gruppo, capace di vivere come un rapper e di correre come un fenomeno. Lewis lo ha dimostrato anche nel suo parco giochi demolendo la concorrenza in pista, godendosi poi la festa come un attore consumato. Il tutto senza aiutini dal muretto Mercedes concessi, pare, solo al biondino compagno di box.
NICO ROSBERG - VOTO 7
Mostra i suoi limiti nel confronto con Hamilton in condizioni normali. A differenza di quanto accaduto con Lewis la squadra gli offre l'aiutino via radio. Roba illegale che alla fine costa appena 3 punti in meno nel mondiale. Il problema è come Hamilton potrà metabolizzare questa differenza di trattamento.
MAX VERSTAPPEN – VOTO 9
Quando ti cala la palpebra ci pensa l’olandesino volante a distribuire l’adrenalina necessaria per vincere il sonno della domenica pomeriggio. Quella di Max è una continua lotta con la fisica e le sue forze. Spesso e volentieri la vince, per il godimento di chi lo guarda.
DANIEL RICCIARDO – VOTO 7
Fa il suo compitino, ma becca ancora di brutto dall’ingombrante adolescente che è suo coinquilino alla Red Bull. Il confronto inizia ad essere imbarazzante e assai pericoloso in prospettiva.
KIMI RAIKKONEN – VOTO 6,5
Quinto in qualifica, quinto in gara. Un solo guizzo, nel senso del sorpasso su Perez (voto 7,5), che oltretutto era ben oltre il limite della sua Force India.
SEBASTIAN VETTEL – VOTO 5
Parte dalla sesta fila per colpe non sue. Ma in gara è poco lucido e viaggia confuso nel mucchio, offrendo l’idea di un rosso evanescente. Poi racconta che si è trattato di una domenica storta e non serve farsi prendere dal panico. Già, siamo sulla strada giusta.

TAGS:
F1
Silverstone
Hamilton
Vettel
Ferrari
Rosberg
Verstappen