F1, le pagelle del GP di Monaco

Perez come Ricciardo e Hamilton, ma quanti bocciati nel Principato

di LUCA BUDEL

(Afp)

LEWIS HAMILTON – VOTO 9 Soffre ancora in qualifica per colpa della macchina, ma trova tempi e modi per esaltarsi in gara, costruendo il primo trionfo della stagione. Prima resiste contro ogni pronostico con le gomme da bagnato su traiettorie ormai asciutte, poi monta le ultra soft e arriva in fondo nonostante la preoccupante sagoma delle Red Bull sempre negli specchietti.
DANIEL RICCIARDO – VOTO 8,5 Un’altra domenica carica di rimpianti per lui. A distruggere la sua gara è stato il box Red Bull con l’incredibile indecisione sulla scelta delle gomme da montare. Daniel ha provato comunque a complicare la vita di Hamilton, prima delle resa negli ultimi chilometri.
SERGIO PEREZ – VOTO 8,5 Il prodotto di scarto della Ferrari Academy si toglie una bella soddisfazione centrando il podio del Principato, tenendo dietro una macchina che anni fa aveva sperato di poter guidare un giorno. Invece no! Oggi fa festa comunque con una meno nobile Force India dal cuore Mercedes.
SEBASTIAN VETTEL – VOTO 6,5 Alla fine delle qualifiche è esploso via radio, comunicando alla squadra rabbia e frustrazione per i 9 decimi abbondanti beccati da Ricciardo nel giro secco. In gara ha tenuto duro, ma non deve essere il massimo arrivare alle spalle di Perez quando hai scritto 4 volte il tuo nome sulla coppa più importante. Forse Seb inizia a comprendere l’amarezza offerta da Alonso nei momenti più cupi vissuti a Maranello.
FERNANDO ALONSO – VOTO 8 In condizioni estreme e su una pista complicata da interpretare Nando torna a divertirsi e a divertire. La speranza è quella di rivederlo in fretta là davanti, perché i talenti veri non meritano di lottare per la piazza 5.
NICO ROSBERG – VOTO 5 Sull’asfalto di casa regala al mondo la peggior prestazione degli ultimi mesi. Confuso e infelice, massacrato nel confronto con Hamilton. La fuga nel mondiale è già ridimensionata.
MAX VERSTAPPEN – VOTO 4,5 La stellina olandese smette di brillare in fretta, finendo in tilt dentro questo tracciato farlocco. Max infatti sbaglia l’impossibile, spalmando carbonio in abbondanza contro il guard rail tra prove e Gran Premio.
KIMI RAIKKONEN – VOTO 4 Più lo tiri su più lui si butta giù. La sua gara a Monaco dura pochi chilometri, giusto il tempo di stampare la Ferrari contro il guard rail e chiudere un’esibizione imbarazzante con l’alettone anteriore incastrato sotto la macchina.
SAUBER – VOTO 3 E’ la somma delle pagelle di Nasr e Ericsson, che si sono eliminati alla Rascasse a 28 giri dalla bandiera a scacchi. Il tutto dopo che la squadra aveva invitato il brasiliano a lasciar passare il compagno di squadra. Una domenica nera per il team svizzero che è vicino alla canna del gas.

TAGS:
F1
GP Monaco
Hamilton
Ricciardo
Vettel
Raikkonen
Mercedes
Red Bull
Perez
Sauber