F1, Hamilton: "Pochi motivi per andare in pista e rischiare"

Stoccata indiretta a Rosberg. "Le condizioni erano difficili, c'era il rischio di danneggiare la macchina"

Mercedes, LaPresse

Pochi giri da leader per Lewis Hamilton nel primo giorno di prove libere a Melbourne. Molto tempo passato ai box per le avverse condizioni atmosferiche, e risata leggera scovata dalle telecamere a seguito della toccata a muro del compagno di squadra Rosberg. "C'erano poche ragioni per uscire in pista e rischiare, le condizioni erano difficili, non valeva la pena uscire e danneggiare la macchina, dato che domani sarà asciutto", ha detto l'inglese.

Tempi da record nei pochi giri percorsi da Hamilton, ma sufficienti per predersi la testa della classifica sia al mattino, con un 1'29"725 nei 14 giri fatti, sia al pomeriggio con un 1'38"841 in soli 4 giri percorsi. "Anche se dovesse piovere sappiamo cosa dobbiamo fare ed è mwglio risprmiarsi per le qualifiche e la gara piuttosto che per le prove", prosegue il pilota della Mercedes, il quale poi ha concluso: "In prova solitamente capiamo molte cose della pista ma purtroppo abbiamo fatto pochi giri all'asciutto. C'erano alcuni tratti bagnati e alcuni asciutti. In questi ultimi ho capito come funziona la macchina, mi sto abituando alle comunicazioni radio. Sono sereno".

TAGS:
Formula 1
Hamilton
Mercedes