F1, GP Messico: Rosberg in pole, Vettel 3° dietro Hamilton

La Ferrari di Seb non è lontana: il poleman a 370 millesimi dal poleman. Male Raikkonen: problemi ai freni, cambio sostituito, partirà solo 18°

di MARCO ENZO VENTURINI

Nico Rosberg beffa ancora una volta Lewis Hamilton, strappandogli la pole al GP del Messico. Il tedesco chiude le qualifiche in 1:19.480, rifilando un distacco di 188 millesimi al campione del mondo. Terzo Sebastian Vettel su una Ferrari in forma: il poleman è a soli 370 millesimi. Male invece Kimi Raikkonen: per problemi ai freni e la sostituzione del cambio sarà penalizzato di cinque posizioni e partirà dal 18° posto della griglia.

ZoomDisattiva slideshow
Foto 1

AFP

Foto 2

AFP

Foto 3

AFP

Foto 4

AFP

Foto 5

AFP

Foto 6

AFP

Foto 7

AFP

Foto 8

AFP

Foto 9

AFP

Foto 10

AFP

Foto 11

AFP

Foto 12

AFP

Foto 13

AFP

Foto 14

AFP

Foto 15

AFP

Foto 16

AFP

Foto 17

AFP

Foto 18

AFP

Foto 19

AFP

Foto 20

AFP

Foto 21

AFP

Foto 22

AFP

Foto 23

AFP

Foto 24

AFP

Foto 25

AFP

Foto 26

AFP

Foto 27

AFP

Foto 28

AFP

Foto 29

AFP

Foto 30

AFP

Foto 31

AFP

Foto 32

AFP

Foto 33

AFP

Foto 34

AFP

Foto 35

AFP

Foto 36

AFP

Foto 37

AFP

Foto 38

AFP

Foto 39

AFP

Foto 40

AFP

Foto 41

AFP

Foto 42

AFP

Foto 43

AFP

Foto 44

AFP

Foto 45

AFP

Foto 46

AFP

Foto 47

AFP

Foto 48

AFP

Foto 49

AFP

Foto 50

AFP

Foto 51

AFP

Foto 52

AFP

Foto 53

AFP

Foto 54

AFP

Foto 55

AFP

Foto 56

AFP

Foto 57

AFP

Foto 58

AFP

Foto 59

AFP

Foto 60

AFP

Foto 61

AFP

Foto 62

AFP

Foto 63

AFP

Foto 64

AFP

Foto 65

AFP

Foto 66

AFP

Foto 67

AFP

Foto 68

AFP

Foto 69

AFP

Foto 70

AFP

Foto 71

AFP

Foto 72

AFP

Foto 73

AFP

Foto 74

AFP

Foto 75

AFP

Foto 76

AFP

Foto 77

AFP

Foto 78

AFP

Foto 79

AFP

Foto 80

AFP

Foto 81

AFP

Foto 82

AFP

Foto 83

AFP

Foto 84

AFP

Foto 85

AFP

Foto 86

AFP

Foto 87

AFP

Foto 88

AFP

Foto 89

AFP

Foto 90

AFP

Foto 91

AFP

Foto 92

AFP

Foto 93

AFP

Foto 94

AFP

Foto 95

AFP

Foto 96

AFP

Foto 97

AFP

Foto 98

AFP

Foto 99

AFP

Foto 100

AFP

Foto 101

AFP

Foto 102

AFP

Foto 103

AFP

Foto 104

AFP

Foto 105

AFP

Foto 106

AFP

Foto 107

AFP

Foto 108

AFP

Foto 109

AFP

Foto 110

AFP

Foto 111

AFP

Foto 112

AFP

Foto 113

AFP

Foto 114

AFP

Foto 115

AFP

Foto 116

AFP

Foto 117

AFP

Hamilton, fresco campione del mondo, rimanda quindi l'appuntamento con la cinquantesima pole position in carriera, per la quarta volta di fila battuto dal compagno di squadra. Ma l'asfalto insidioso e abrasivo e il meteo incerto potrebbero cambiare le carte in tavola. E' quanto si augura anche Vettel, che ha subito trovato un buon feeling con il tracciato messicano, soprattutto sul passo gara. E che ha un obiettivo chiaro: precedere Rosberg e recuperargli i quattro punti in classifica che valgono il secondo posto nella classifica mondiale.

Domenica in salita invece per Raikkonen, che deve ringraziare il suo antico team della McLaren: gli eterni problemi dei piloti di Woking con la power unit Honda (Alonso è retrocesso di 15 posizioni in griglia, Button addirittura di 50) gli evitano l'onta dell'ultima fila. Ma la sostituzione del cambio, unita al 15° tempo ottenuto nelle qualifiche a causa di noie anche ai freni, lo relegano al 18° posto. Sorride la Red Bull, a suo agio e con entrambi i piloti davanti alle Williams (incredibile il distacco di un solo millesimo che separa Kvyat da Ricciardo). Ma gli occhi del rumorosissimo e appassionato pubblico di casa saranno tutti rivolti alla piazzola numero 9: è quella occupata dall'eroe locale Sergio Perez, tifato come un vero e proprio eroe.

Q1

Già prima dell'inizio delle qualifiche arrivano notizie che cambieranno la griglia di partenza: Kimi Raikkonen, fermo nelle Libere 3 con un principio di incendio al posteriore, sa che perderà cinque posizioni per la sostituzione del cambio. Ancora peggio va a Jenson Button: per un calo di potenza, l'inglese della McLaren viene fermato per verificare problema, ma non c'è il tempo per cambiare la power unit: il campione del mondo 2009 nemmeno prende parte alla qualifica. Kimi invece ce la fa e ringrazia via radio in Mondovisione i ragazzi della Ferrari per avergli permesso di scendere in pista. Tanto lui quanto il compagno Vettel vanno subito in pista con la gomma gialla, a mescola morbida, come praticamente tutti i piloti in pista. C'è una sola eccezione: Lewis Hamilton. Il campione del mondo, con la gomma bianca che dovrebbe essere di un secondo e mezzo meno prestazionale di quella gialla, riesce a chiudere al terzo posto, a 372 millesimi dal compagno Rosberg, primo con il tempo di 1:20.436. Vettel è secondo a un'incollatura: +0.067. Raikkonen solo 13° a +0.986. Eliminate le due Manor, Nasr su Sauber e un delusissimo Alonso, apparso in ripresa al venerdì.

Q2

Nella seconda tranche delle qualifiche termina il sabato di Kimi Raikkonen: il finlandese perde il posteriore e va in testacoda: problemi ai freni per lui, che rinuncia a tornare in pista e chiude al 15° posto senza tempi veloci. A causa della retrocessione per la sostituzione del cambio partirà dall'ultima fila. Con lui eliminati anche Ericsson, le Lotus di Grosjean e Maldonado e Carlos Sainz. Intanto Hamilton comincia già a mostrare i muscoli scendendo sotto il muro del minuto e venti secondi: 1:19.829 il suo tempo. Alle sue spalle si conferma Vettel, a+0.216 e di 8 millesimi davanti a Rosberg. Un'inezia, ma che pesa: la seconda Mercedes ottiene solo il terzo tempo a +0.224 dal compagno di box.

Q3

Il finale è dominato dall'incertezza meteo: la minaccia della pioggia induce tutti a scendere subito in pista, ma alla fine il tempo regge. Il giro in più aiuta però Rosberg, che ancora una volta batte nel giro secco Hamilton, che qui in Messico l'ha sempre inseguito. Ci mette qualche giro in più Vettel, ma il tedesco si conferma il primo degli altri alle spalle dei due della Mercedes: e il suo distacco, di soli 370 millesimi, autorizza l'ottimismo per la gara, soprattutto in caso di ulteriori novità meteorologiche. A completare la seconda fila Daniil Kvyat, che precede il compagno Ricciardo di un solo millesimo: +0.918 da Rosberg per il russo, +0.919 per l'australiano.

TAGS:
F1
Formula 1
GP Messico
Qualifiche
Pole
Mercedes
Ferrari
Vettel
Raikkonen
Hamilton
Rosberg

Argomenti Correlati

VOTATE

F1, Vettel lotterà con le Mercedes per la vittoria in Messico?

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X