F1, GP Austria: Hamilton vince il duello con Rosberg

Nico finisce quarto, sul podio salgono Verstappen e Raikkonen

di NICCOLO' DE CAROLIS

Gara dalle forti emozioni in Formula1, Lewis Hamilton vince il GP d'Austria all'ultimo giro dopo un contatto con Rosberg (penalizzato di 10" senza perdere la posizione). Il tedesco perde l'ala anteriore e si fa sorpassare anche da Max Verstappen e  Raikkonen. Il podio del finlandese salva la Ferrari, dopo che Vettel è uscito al 27° giro per l'esplosione della gomma. Ricciardo chiude 5°, mentre la sorpresa di giornata è Button con la McLaren (6°).

Questa volta i due compagni Mercedes non se le sono suonate al primo giro, ma all'ultimo. Rosberg è in difficoltà e Hamilton tenta il sorpasso a pochi chilometri dal traguardo. Il tedesco spinge colpevolmente fuori pista Lewis, ma nel contatto perde l'ala anteriore. Come in Canada è lui ad avere la peggio e alla fine deve rinunciare anche al podio. Le lotta fra le due Frecce d'Argento sta rendendo questo campionato davvero emozionante, perché invece gli avversari non sono all'altezza. La tattica della Ferrari di iniziare il GP con le supersoft non dà frutti. Raikkonen subisce l'undercut di Rosberg e delle Red Bull, mentre Vettel nel disperato tentativo di allungare lo stint subisce l'esplosione della gomma anteriore. Un grave errore di valutazione del box Ferrari, con Vettel che al momento era l'unico pilota a non essersi ancora fermato. C'è da dire che i tempi del tedesco non stavano calando e le cause del guasto sono ancora da spiegare. Le Rosse comunque non riescono mai a girare sui tempi delle Mercedes, che si confermano le macchine migliori anche nel gestire le gomme.

Raikkonen (+6") nella seconda parte di gara riesce a passare Ricciardo e ad avvicinarsi molto a Verstappen. Ma il podio, che salva il weekend Ferrari, è più un regalo delle Mercedes. In casa Red Bull, Max Verstappen (+5") vince ancora il duello con Daniel Ricciardo sorpassandolo in pista. La scuderia bibitara torna di nuovo davanti agli avversari di Maranello, dopo esserci riuscita in Spagna e a Montecarlo. In questo momento la Ferrari deve guardare più alle spalle che davanti. Deludono tanto le Williams che qui, negli ultimi due anni, avevano conquistato due podi. Massa non finisce la gara, mentre Bottas taglia il traguardo solo nono. Ancora peggio va alla Force India che, dopo aver spaventato tutti con la prima fila di Hulkenberg, chiude con entrambe le macchine ritirate. Molto bene invece la McLaren con Button, che anche senza pista bagnata riesce a strappare un'ottima posizione. Tornando al duello di testa, Rosberg fino all'incidente dell'ultimo giro dà vita a una rimonta capolavoro. Parte sesto e supera Hamilton alla prima sosta tenendo dietro il compagno di squadra fino all'ultimo. Fino a che le gomme e i freni surriscaldati non lo abbandonano. Lewis (142) riesce di nuovo ad accorciare su Nico (153), le Ferrari non approfittano degli autogol Mercedes perché Vettel fa zero e viene raggiunto da Raikkonen (96). Si torna a correre tra una settimana a Silverstone.

TAGS:
Formula1
GP Austria
Spielberg
Ferrari
Mercedes
Vettel
Rosberg
Hamilton

Argomenti Correlati