F1, gasolio in pista a Sochi: svetta Hulkenberg

Prima sessione poco indicativa in Russia, Rosberg e Vettel dietro la Force India

di ALBERTO GASPARRI

E' iniziato con un passo falso il weekend del GP di Russia di F1. A Sochi la sessione è stata condizionata dal tracciato reso a lungo inutilizzabile a causa di gasolio in pista. Alla fine pochi giri per tutti, con Nico Hulkenberg e la Force India che sono stati i più veloci con il tempo di 1'44"355. Alle sue spalle Rosberg (Mercedes) e Vettel (Ferrari), rispettivamente a uno e sei decimi. Più indietro Hamilton, 7°, e Raikkonen, 10°.

Una sessione praticamente buttata a causa di una perdita di carburante da parte di un mezzo della manutenzione nei settori 2 e 3, che ha costretto i commissari a intervenire con delle autopompe per lavare la pista, costringendo tutti a rimanere ai box per mezz'ora. Così, il tempo utile a disposizione è stato di una sola ora. Sessanta minuti, che tuttavia hanno detto poco, anche perché le curve incriminate sono rimaste a lungo bagnate, impedendo ai piloti di far segnare dei tempi utili, con la maggior parte di loro che si sono limitati a un semplice shakedown prima di provare a spingere solo nei minuti finali. Che hanno fatto emergere dal gruppo Hulkenberg, capace di sfruttare al meglio il poco tempo a disposizione. Nonostante la situazione, Mercedes e Ferrari non sono rimaste a guardare, piazzandosi subito alle sue spalle. Da segnalare un testacoda di cui è rimasto vittima Lewis Hamilton, che gli ha impedito di migliorare il suo crono. Contrariamente agli altri, hanno girato tanto le McLaren, con Fernando Alonso che ha inaugurato il weekend del suo 250° GP provando una power-unit aggiornata.

TAGS:
F1
GP Russia
Sochi
Vettel
Hamilton
Ferrari
Mercedes
Rosberg
Raikkonen
Alonso
Red Bull

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X