F1, la Mercedes temeva che Hamilton venisse penalizzato

Il team ha chiesto all'inglese di spingere anche nell'ultimo giro dopo il controverso taglio di pista

di LUCA BUDEL
F1, la Mercedes temeva che Hamilton venisse penalizzato

Il giorno dopo il trionfo di Hockenheim è venuto alla luce un retroscena che riguarda la controversa manovra di Lewis Hamilton, cioè il momento in cui ha attraversato la linea che separa la corsia dei box dalla pista. Un gesto che la direzione di gara ha sanzionato con un semplice richiamo, ma che alla Mercedes temevano potesse avere conseguenze più gravi sul risultato finale. Infatti, dopo la manovra, dal muretto box hanno chiesto ripetutamente a Hamilton di tirare al massimo fino alla bandiera a scacchi, proprio perché l’intenzione era quella di mettere assieme il vantaggio sufficiente per ammortizzare l’eventuale penalità, punizione che non è arrivata ne durante ne dopo la gara.

Perplesso per le indicazioni pressanti del suo ingegnere di pista, Peter Bonnington, Hamilton ha risposto via radio “Sarò penalizzato?”. “No”, la risposta tranquillizzante di Bonnington. Resta il fatto che, mentre affrontava le ultime curve prima del traguardo, a Hamilton è stato chiesto di tenere il piede schiacciato sull’acceleratore, evitando il tradizionale rallentamento del vincitore per salutare la squadra al momento dell’arrivo.

TAGS:
F1
Mercedes
Hamilton
Hockenheim

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X