Alonso: "Non basta copiare Brawn"

"Per rifare Renault ci vogliono mesi"

Esordio difficile per Alonso in Australia

La speranza di salvare un Mondiale di F1 partito tutto in salita passa dall'esito del ricorso che la Fia esaminerà il 14 aprile. Se Brawn GP, Williams e Toyota saranno ritenute in regola, allora per gli avversari sarà dura. Ne è convinto anche Fernando Alonso. "Se li lasceranno correre con questa macchina, copieremo il loro diffusore. Però è difficile, perché ci vorrebbero mesi per fare tutto questo", ha detto lo spagnolo della Renault.

"La Brawn è diversa da tutte le altre, è più efficace. Però perché bisogna lavorare su tutta la monoposto: non si tratta di inserire solo il diffusore, la macchina non va automaticamente più veloce di un secondo. E' veloce se ha anche un anteriore e un fondo nuovo", ha aggiunto l'ex campione del mondo reduce dal quinto posto di Melbourne. 

Comunque sia, si è corso un solo GP ed è prematuro dare per conclusa una stagione ancora tutta da disputare. Button e Barrichello sono avvisati. "Il Mondiale è lungo - ha concluso Alonso, che tiene in gioco anche la prossima squadra - e non si può mai scartare la Ferrari. Nessuno pensi che noi non saremo lì a lottare con i grandi".

31 marzo 2009

[an error occurred while processing this directive]