Serie A, Udinese-Torino 1-1: Meité risponde a De Paul

Un gol per tempo: i granata protestano per un gol annullato a Berenguer e un fallo da rigore di Samir su Belotti

Udinese e Torino partono con un pareggio dopo la sosta. Alla Dacia Arena tra la squadra di Velazquez e quella di Mazzarri finisce 1-1. Nel primo tempo i granata protestano per un gol annullato da Valeri a Berenguer, poi De Paul sblocca la gara al 28' grazie anche a una deviazione di N'Koulou. Nella ripresa i friulani poi calano fisicamente e il Toro pareggia i conti al 49' con una perla di Meité all'incrocio dei pali.

LA PARTITA

Un punto a testa, senza rimpianti o rimorsi. Udinese e Torino si smezzano la posta e continuano a viaggiare appaiati in classifica. Un risultato giusto, per quanto visto in campo, con l'Udinese meglio in campo nel primo tempo e i granata più ordinati e concreti nella ripresa. Complice il caldo, a farla da protagonista è stata più la tenuta fisica che le giocate. Finché hanno avuto fiato, gli uomini di Velazquez hanno pressato alti e tenuto a bada gli esterni granata, poi hanno dovuto tirare un po' i remi in barca, arrretrando il barcentro e limitando i deanni. Discorso diverso invece per il Toro, che fatica ancora a trovare il giusto assetto tattico soprattutto davanti, dove il ko di Iago ha stravolto ulteriormente i progetti di Mazzarri. A risolvere i problemi granata, del resto, ci ha dovuto pensare ancora una volta Meité. Tutto nonostante la presenza in campo di Immobile e Zaza. 

Con le squadre corte, alla Dacia Arena l'avvio del match si gioca tutto in mediana, con le squadre più attente a distruggere che a costruire. Da una parte tocca a Baselli e Meité proteggere la difesa, dall'altra ci sono invece Behrami, Mandragora e Fofana. Più coperta, l'Udinese aspetta il Toro, cercando di ripartire con De Paul e Pussetto, bravi a fare anche la fase di copertura. I granata invece manovrano per vie orizzontali, affidandosi ai piedi di Soriano per innescare Belotti. Berenguer segna di testa, ma Valeri annulla per una presunta posizione di fuorigioco, seguendo l'indicazione sbagliata dell'assistente senza consultare il Var. Poi l'infortunio muscolare di Iago Falque cambia il piano tattico di Mazzarri e anche il match. Col 3-4-3 il Toro concede più campo all'Udinese e friulani prendono coraggio, sfruttando la fisicità di Fofana e la rapidità degli esterni. Dopo un bel contropiede di Pussetto, grazie alla deviazione di N'Koulou, a sbloccare il match ci pensa De Paul, al terzo centro stagionale. E' il gol che rompe gli equilibri e fa saltare un po' gli schemi. Con gli spazi più aperti, i granata provano ad alzare il baricentro, ma i bianconeri replicano colpo su colpo. Belotti fallisce il colpo del pari, poi Berenguer prova a sorprendere Scuffet con un destro a giro. Dall'altra parte è invece Fofana l'uomo più in palla, con Pussetto sempre pronto ad appoggiare l'azione. 

Un pressing molto dispendioso, che nella ripresa presta però il fianco alla rimonta del Toro. Più ordinati e aggressivi, dopo 4' i granata trovano il pari con Meité, bravo a girare all'incrocio dei pali una palla vagante al limite dell'area. Una perla che ristabilisce l'equilibrio e dà la carica agli uomini di Mazzarri. Un po' sulle gambe, i friulani provano a reagire appoggiandosi a Lasagna, ma è il Toro a fare la partita con gli esterni alti. Al 65' Samir affossa Belotti davanti alla porta, ma Valeri lascia correre tra le polemiche. Con Teodorczyk al posto di Pussetto e Machis al posto di Mandragora, l'Udinese cambia modulo per sopperire al calo fisico e la battaglia si risposta in mezzo al campo, ma con meno lucidità e più errori in fase di impostazione. Behrami sfiora il vantaggio di testa, poi i granata tentano l'assalto nel finale. Ola Aina prova a far saltare il banco, ma conclude alto. Poi tocca a Belotti cercare il numero in sforbiciata, ma spara alto. L'ultimo brivido arriva nel recupero, con Machis che sbaglia il controllo davanti a Sirigu, poi il risultato non cambia più.

LE PAGELLE

De Paul 6,5: tre gol in quattro partite, un cecchino. Velazquez gli chiede anche di sacrificarsi sugli inserimenti di De Silvestri e lui non si tira indietro. Samir gli copre un po' le spalle, d'accordo, ma quando c'è da attaccare la profondità è uno stantuffo.
Pussetto 6,5: testa e polmoni. Finché ne ha, copre tutta la fascia destra, appoggiando sempre il contropiede. Buono anche il contributo in fase di contenimento. Dal suo piede arriva la palla che De Paul trasforma in gol. Nella ripresa Velazquez lo sostituisce.
Fofana 6,5: ingaggia un duello senza esclusioni di colpi con Meité. Forza fisica, idee chiare e senso della posizione. E' lui l'uomo più in palla dell'Udinese
Meité 7: solido in mezzo al campo, gioca facile e sbaglia poco. Sempre pronto ad affacciarsi in area per tentare il colpaccio. Colpaccio che gli riesce nella ripresa, con una perla di sinistro che leva la ragnatele dall'incorcio dei pali.
Belotti 5: tanto fumo e poco arrosto. Si muove, apre gli spazi e cerca di presidiare l'area, ma Stryger Larsen e Troost-Ekong lo braccano senza faticare molto. Nel primo tempo fallisce il pareggio da ottima posizione.
Berenguer 6,5: nonostante Pussetto, spinge con continuità, rendendosi pericoloso in fase offensiva. Nel primo tempo Valeri gli nega la gioia del gol, nella ripresa alza il ritmo e convince.
Zaza 5,5: Mazzarri lo getta nella mischia dopo 20' per l'infortunio di Iago, ma fatica a trovare la posizione giusta per duettare col Gallo. Meglio nella ripresa, ma comunque troppo poco. 

IL TABELLINO

UDINESE-TORINO 1-1
Udinese (4-1-4-1): Scuffet 6; Stryger Larsen 6,5, Troost-Ekong 6, Nuytinck 6,5, Samir 6; Behrami 6; Pussetto 6,5 (12' st Teodorczy 5,5), Fofana 6,5, Mandragora 5,5 (23' st Machis 5,5), De Paul 6,5; Lasagna 5 (39' st Barak sv).
A disp.: Musso, Nicolas, Ter Avest, Opoku, Pezzella Giu., Wague, Balic, D’Alessandro, Vizeu. All.: Velazquez 6
Torino (3-4-1-2): Sirigu 6; Izzo 6, N’Koulou 6,5, Moretti 5,5; De Silvestri 6,5 (30' st Aina 6), Baselli 5,5, Meité 7, Berenguer 6,5 (42' st Parigini sv); Iago Falque sv (17' Zaza 5,5), Soriano 5,5; Belotti 5.
A disp.: Ichazo, Rosati, Djidji, Bremer, Rincon, Lukic, Edera, Damascan. All.: Mazzarri 5,5
Arbitro: Valeri
Marcatori: 28' De Paul (U), 4' st Meité (T)
Ammoniti: Fofana, Machis (U); Zaza, Soriano (T)
Espulsi: -

LE STATISTICHE

- De Paul ha segnato il suo secondo gol consecutivo su azione in Serie A. I precedenti sei li aveva realizzati tutti da palla inattiva (cinque su rigore).
- Due gol in quattro presenze in Serie A per Meitè con la maglia del Torino. Ne aveva realizzato soltanto uno in 52 presenze nel massimo campionato francese, quando vestiva la maglia del Bordeaux.
- Meitè ha realizzato il suo secondo gol in Serie A con una conclusione da fuori area. Le precedenti 14 reti del Torino erano arrivate dall'interno dell'area di rigore.
- Tutte le quattro reti realizzate dal Torino in questa Serie A sono arrivate nei secondi tempi. I granata hanno realizzato solo uno degli ultimi 12 gol nel massimo campionato prima dell'intervallo.
- Allo stesso tempo il Torino ha subito tre dei quattro gol in questo campionato nel primo tempo.
- Roberto Soriano ha preso parte attiva agli ultimi due gol segnati dal Torino in Serie A con due assist. Tanti quanti ne aveva collezionati nelle precedenti 31 partite del massimo campionato.
- Rodrigo De Paul ha firmato tre dei quattro gol realizzati dall'Udinese in questo campionato. Nella scorsa stagione gli erano servite 28 presenze per realizzarne altrettanti.
- L'Udinese ha perso soltanto una delle 10 partite in cui Rodrigo De Paul è andato in gol (7V, 2N). 
- L'Udinese ha trovato il gol contro il Torino con l'unico tiro nello specchio della porta difesa da Sirigu.
- Pareggio numero 11 in trasferta per il Torino a partire dalla scorsa stagione. Più di ogni altra squadra nei cinque maggiori campionati europei.

TAGS:
Calcio
Serie a
Udinese
Torino

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X