TGCOM24
LE NEWS IN TEMPO REALE 24 ORE SU 24. VIDEO, CRONACA, TELEVISIONE, SPORT, MOTORI, VIAGGI

SportMediaset

"Ibra via? E' una fortuna enorme"

Cosmi tra scommesse, Palazzi e Destro

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Cosmi col gruppo del Siena (LaPresse)

E' il solito Serse Cosmi senza barriere quello che parte dal calcioscommesse per arrivare a Destro, passando dalla crisi del campionato italiano travolto da scandali e partenze. "Chiudere il calcio? Assolutamente no, hanno dato la possibilità di sfasciarlo a chi voleva fosse fatto così. Dobbiamo ridare la credibilità agli uomini, perché sono gli uomini a fare la differenza. Se il calcio continua a essere un riciclaggio, si fatica a dare credibilità", ha detto l'allenatore bianconero a Sportmediaset.

Che poi fa una richiesta provocatoria: "Sarei curioso e vorrei essere interrogato da Palazzi. Tutti quelli che entrano da lui, escono poi soddisfatti e col sorriso sulle labbra. Deve succedere qualcosa di bello che non riesco a capire. Ne avessi visto uno uscire incazzato".

-Quale futuro per Mattia Destro?
"Adesso comincia per lui la fase delicata perché sarà accerchiato da gentaglia alla quale non fregherà nulla del suo valore. Dovrà essere bravo lui e il suo assistente a entrare in campo con il gusto di giocare. Consigli? Ascoltare, ascoltare, ascoltare e ancora ascoltare. L'allenatore e i compagni. Per lui non è il momento di parlare, ma di ascoltare. Il mio consiglio da padre è di non farsi ingannare dalle persone intorno perché Roma e Torino sono città difficili e lui deve continuare a vivere in modo semplice".

-Per Destro meglio la Roma con Zeman o la Juve di Pirlo?
A Roma c'è anche Totti. Se dico Roma mi prendono per tifoso della Roma e anti juventino. Se dico Juve allora tradisco la Roma. Da allenatore dico che dove cade, cade bene. Se invece devo decidere con l'istinto, è meglio la Roma con Zeman per la sua maturazione".

-Preoccuopato dall'addio di Ibra e di altri campioni?
"E' una fortuna enorme che se ne sia andato. Questa è un'occasione straordinaria per ricostruire. Dobbiamo riportare il calcio italiano a un buon livello e allora qualcuno elemosinerà per tornare da noi e poi magari si troverà la porta chiusa. Se ricostruiamo bene, ci sarà la fila per tornare da noi. Chi se ne va, lo fa solo per i soldi. La Francia e la Cina non sono certo il futuro, sono cazzate".

-C'è qualcosa che non va in questa Serie A?
"E' una follia del nostro calcio fermarsi dal 15 maggio al 15 luglio e poi dover giocare in campionato le ultime 7 partite in 20 giorni".

-Perché gli allenamenti con la musica in campo?
"La musica che scelgo deve essere la colonna sonora del Siena. E' una deep house che "bussa", ma anche dolce. Deve entrare nelle nostre vene".

-Cosa chiede al mercato?
"Ci servono tre giocatori. Un centravanti naturalmente, ma dobbiamo essere bravi a scegliere l'uomo e non il giocatore. Che è un involucro bello e bravo, ma ci serve un uomo di sostanza".

-Uno slogan per la stagione?
"Non ne faccio, portano sfiga, meglio essere consapevoli del proprio ruolo".

-A Lecce è arrivata una retrocessione tra gli applausi
"L'aritmetica dice che sono retrocesso con il Lecce, ma poi c'è un'altra classifica che è quella dei tifosi. E allora a Lecce ho vinto uno scudetto".

I VOSTRI COMMENTI

interista giacomo - 21/07/12

cosmi quest'anno farà una bellissima stagione a siena e con grandi risultati

segnala un abuso

Cichira - 21/07/12

MITICO COSMI!!!La battuta su quelli che entrano nell'ufficio di Palazzi è FANTASTICA!!!

segnala un abuso

V per Vendetta - 21/07/12

Effettivamente non è un grande allenatore. In fondo non è mai arrivato ottavo e agli ottavi di UEFA con il Perugia, pur avendo una squadra ridottissima, in fondo non ha avuto le intuizioni di mettere Grosso terzino e Liverani regista, non ha mai avuto la bravura di valorizzare i vari Materazzi, Baiocco, Blasi...

segnala un abuso

sport3d - 20/07/12

Musica negli allenamenti? Cosmi ha decisamente visto il film "Warrior".

segnala un abuso

WarDrome - 20/07/12

a me non piace come allenatore, imposta tutto sulla sola aggressività. Poi se in squadra ha qualche giocatore bravino che gli risolve le gare bene, altrimenti.... eccolo li al suo solito posto (squdre modeste)

segnala un abuso