Serie B: Palermo in bianco, aggancio del Frosinone

Rosanero fermati sullo 0-0 dallo Spezia. Nel pomeriggio poker dei gialloblù alla Pro Vercelli

Nella 22ª giornata di serie B il Palermo non va oltre un pari a reti inviolate – a tratti sofferto – a La Spezia e subisce l'aggancio del Frosinone in vetta a quota 40 punti. I ciociari, nel primo pomeriggio, hanno battuto nettamente la Pro Vercelli per 4-0: gol di Dionisi (6'), Ariaudo (25'), Matteo Ciofani (31') e Terranova (62'). Vincono anche Empoli (2-1 sulla Ternana) e Cremonese (1-0 sul Parma).

ZoomDisattiva slideshow
Foto 1

Lapresse

Foto 2

Lapresse

Foto 3

Lapresse

Foto 4

Lapresse

Foto 5

Lapresse

Foto 6

Lapresse

Foto 7

Lapresse

Foto 8

Lapresse

Foto 9

Lapresse

Foto 10

Lapresse

Foto 11

Lapresse

Foto 12

Lapresse

Foto 13

Lapresse

Foto 14

Lapresse

Foto 15

Lapresse

Foto 16

Lapresse

Foto 17

Lapresse

Foto 18

Lapresse

Foto 19

Lapresse

Foto 20

Lapresse

Foto 21

Lapresse

Foto 22

Lapresse

Foto 23

Lapresse

Foto 24

Lapresse

Foto 25

Lapresse

Foto 26

Lapresse

Foto 27

Lapresse

Foto 28

Lapresse

Foto 29

Lapresse

Foto 30

Lapresse

Foto 31

Lapresse

Foto 32

Lapresse

Foto 33

Lapresse

Foto 34

Lapresse

Foto 35

Lapresse

Foto 36

Lapresse

Foto 37

Lapresse

Foto 38

Lapresse

Foto 39

Lapresse

Foto 40

Lapresse

Foto 41

Lapresse

Foto 42

Lapresse

Foto 43

Lapresse

Foto 44

Lapresse

Foto 45

Lapresse

Foto 46

Lapresse

FROSINONE-PRO VERCELLI 4-0
Bastano 45' al Frosinone per chiudere la pratica Pro Vercelli. I laziali superano momentaneamente il Palermo in vetta: dopo un tempo la squadra di Longo conduce per 3-0 grazie ai gol di Dionisi (6'), Ariaudo (25') e Matteo Ciofani (31'), nella ripresa Terranova al 62' arrotonda con un colpo di testa. Quattordicesimo risultato utile consecutivo per i gialloblù, quarto ko di fila per i piemontesi ancora ultimi a 18.

SPEZIA-PALERMO 0-0

Il Palermo non risponde al Frosinone ed è costretto a ingoiare uno 0-0 che gli costa la vetta solitaria della classifica. Onore allo Spezia, che con una partita di contenimento riesce a bloccare la capolista e conquistare un punto importante. Durante il primo tempo la gara non regala troppe emozioni. I rosanero, buona corsa e buon ritmo, fanno qualcosa in più sul piano del gioco anche se non riescono a sfondare il muro della difesa ligure. Nei 45', nel complesso, l'uomo più pericoloso è Nestorovski, che ci prova da lontano e su punizione senza trovare il bersaglio. La partita non decolla nemmeno nella ripresa, correndo su binari prevalentemente tattici. La squadra di Tedino rischia anche lo svantaggio: al 64' Gilardino calcia a colpo sicuro all'altezza del dischetto, Pomini risponde. I siciliani protestano per un rigore non concesso per un fallo di mani di Bolzoni. Alla fine dei conti, il Palermo non sfonda e si tiene stretto un pari per certi versi anche fortunato per le occasioni create dallo Spezia.

EMPOLI-TERNANA 2-1

L'Empoli trema e poi riesce a rialzare la testa nel finale. L'1-1 della prima frazione scontenta i toscani, andati in vantaggio con Donnarumma al 16' e “polli” a concedere ai rossoverdi il rigore (mano di Zajc) realizzato da Montalto al 36'. A 9' dalla fine, però, il primo gol in B di Castagnetti permette all'Empoli di ottenere il 2-1 vincente.

CREMONESE-PARMA 1-0

Il gol al 90' di Cavion è il toccasana perfetto per la Cremonese, che in un sol colpo batte e supera in classifica il Parma. Durante l'arco del primo tempo prevale la tattica. Entrambe le squadre non riescono a muoversi in maniera fluida e a creare occasioni degne di nota, nei secondi 45' i locali dominano e a 1' dalla fine siglano l'1-0 con Cavion, bravo a ribadire in rete dopo un palo di Pesce.

ASCOLI-CITTADELLA 1-2

Il Cittadella ribalta tutto e si prende la vittoria sull'Ascoli. Il primo gol di Monachello (41') in bianconero lancia i marchigiani. Dopo la sassata dell'ex Palermo, il rigore di Iori al 63' rimette in sesto le cose per il Cittadella, che a 4' dal triplice fischio trova il gol decisivo con Vido: diagonale destro senza scampo per Lanni.

FOGGIA-PESCARA 0-1

Zeman sfida e regala una delusione al suo dolce passato. Il Foggia offre una buona prova ma non riesce a rispondere al colpo subito. Il Pescara, infatti, riesce a sbloccarla agli sgoccioli del primo tempo (44') al termine di un'azione velocissima in cui Mancuso si inserisce perfettamente per battere Guarna.

NOVARA-CARPI 1-0

La sfida di centro classifica tra Novara e Carpi se la porta a casa la squadra di Corini. Moscati al 43' rompe l'incantesimo della difesa emiliana, imbattuta da 256 minuti. Gestione buona nella ripresa, con un Carpi mai pericoloso nemmeno con il debutto di Melchiorri.

PERUGIA-VIRTUS ENTELLA 2-0

Un uno-due nel secondo tempo e il Perugia va. Rallenta l'Entella, che comincia male il girone di ritorno. Dopo lo 0-0 del 45' gli umbri timbrano due volte in poco tempo, prima con Kouan (49') al debutto in serie B e poi con Cerri al 57'. La Virtus caccia l'orgoglio nel finale, quando è troppo tardi per rimettere in sesto la gara.

SALERNITANA-VENEZIA 3-2

La Salernitana prima vola e poi si complica la vita. La squadra di Colantuono la chiude in mezz'ora: dopo il vantaggio fulmineo di Zito (5') i granata gonfiano il petto e mettono al sicuro il risultato con Ricci e Palombi (30' e 35'). In apertura di ripresa l'appena entrato Firenze la riapre e in men che non si dica al 53' Bentivoglio fa 3-2 con la complicità del portiere. I veneti ci credono, fanno l'assedio e nel nervosismo finale Ricci e Bentivoglio pagano la scotto di una mini rissa sfiorata. Finisce 3-2.

CESENA-BARI 1-1
Il Bari frena. L'1-1 contro il Cesena blocca la squadra di Grosso al sesto posto, raggiunta dal Cittadella vittorioso ad Ascoli. Per i padroni di casa, invece, un punto che li tiene ancora incollati alla zona calda. Uno spirito diverso anima l'undici di Castori nei primi minuti, e i romagnoli riescono anche a sbloccarla al 13': Jallow ruba palla al limite dell'area e serve Laribi che buca le mani al portiere con un mancino dalla media distanza. I padroni di casa legittimano il vantaggio con un discreto possesso palla, aggiungendo almeno due conclusioni da lontano di Jallow. Il Bari sfiora l'1-1 con Improta, che si fa prendere dall'emozione e al 38' spreca calciando fuori da buona posizione. Al rientro dagli spogliatoi i pugliesi trovano il pari (50') grazie a un autogol fortunoso di Suagher, che beffa Fulignati con un colpo di testa arretrato sul cross di Sabelli. Il pareggio scuote la gara, e dopo la girandola di sostituzioni sono proprio gli ospiti a prendere in mano le redini, fino ad arrivare a colpire la traversa all'86' con Cisse. Nulla di fatto: il Cesena resiste e il Bari si accontenta dell'1-1.

TAGS:
Serie b
Calcio
22.ima giornata

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X