Serie B: L’Empoli fa festa, l’1-1 col Novara vale la Serie A

Basta un punto ai toscani per il ritorno in massima serie. Parma e Frosinone ko, tris Cittadella, poker Salernitana

E' festa grande a Empoli, che con il pareggio (1-1) contro il Novara conquista la matematica promozione in Serie A con quattro giornate d'anticipo. La squadra di Aurelio Andreazzoli passa in vantaggio al 36' con Caputo e viene raggiunta al 49' del primo tempo da Puscas. Per i toscani, che tornano nella massima serie dopo un solo anno di purgatorio, si tratta della sesta promozione della loro storia.

ZoomDisattiva slideshow
Foto 1

Lapresse

Foto 2

Lapresse

Foto 3

Lapresse

Foto 4

Lapresse

Foto 5

Lapresse

Foto 6

Lapresse

Foto 7

Lapresse

Foto 8

Lapresse

Foto 9

Lapresse

Foto 10

Lapresse

Foto 11

Lapresse

Foto 12

Lapresse

Foto 13

Lapresse

Foto 14

Lapresse

Foto 15

Lapresse

Foto 16

Lapresse

Foto 17

Lapresse

Foto 18

Lapresse

Foto 19
Foto 20
Foto 21
Foto 22
Foto 23
Foto 24
Foto 25
Foto 26
Foto 27

Per l'Empoli e' la sesta promozione in Serie A della sua storia. Con una squadra rinnovata rispetto allo scorso anno, nonostante un buon avvio di stagione con l'Empoli nelle prime posizioni della classifica, dopo 19 giornate viene esonerato l'allenatore Vincenzo Vivarini. Il presidente Fabrizio Corsi affida la squadra ad Andreazzoli. L'ex assistente di Luciano Spalletti alla Roma e' protagonista di un girone di ritorno straordinario e con un ruolino di marcia che ha visto i toscani battere con risultati anche rotondi tutte le dirette concorrenti per la promozione in Serie A. Oggi l'apoteosi, dopo soli 12 mesi di Purgatorio l'Empoli e' tornato in Paradiso.

Nella 38esima giornata di serie B cadono per 1-0 il Parma, contro la Pro Vercelli, e il Frosinone, che va ko a Cesena. Il Cittadella cala il tris col Foggia (3-1) e la Salernitana travolge il Brescia (4-2). Ok Pescara e Spezia rispettivamente contro Ternana e Cremonese.

ANDREAZZOLI: "NON E' STATO FACILE, SONO FELICE"
"Abbiamo fatto un bel lavoro, sono soddisfatto perche' non era facile: l'ambiente era un po' scettico e l'abbiamo dovuto conquistare cosi' come i ragazzi. ci abbiamo messo molto impegno e sono estremamente felice". Cosi' Aurelio Andreazzoli appena dopo aver conquistato la promozione in serie A alla guida della squadra toscana. "Quando sono venuto qui ho detto che mi mancava la serie B da allenare - dice l'ex tecnico della Roma -, l'unica categoria in cui non avevo allenato. Ora l'ho conquistata e sono felice. Scegliere un sistema di gioco e' stato automatico, io non ho fatto niente di particolare". "La parte piu' difficile per un allenatore - aggiunge - e' quella di conquistare i giocatori. Ci siamo riusciti formando un bel gruppo, fatto di gente che ti segue in tutte le maniere. Il mio staff e io siamo stati bravi a farlo in fretta, e ora il risultato e' questo. Adesso cominciano le feste? Io non sono tanto portato, e meno ne faccio e meglio sto. Da quando sono arrivato io nell'Empoli non c'e' stato nemmeno un espulso, e anche di questo sono orgoglioso", conclude Andreazzoli.

CORSI: "GRANDE MERITO AD ANDREAZZOLI, VITTORIA DEL GRUPPO"
"Andreazzoli e' stato sicuramente il protagonista di questa galoppata, ma e' stata una vittoria del gruppo. Abbiamo fatto un miracolo nel ristrutturare completamente la squadra, trovando ragazzi straordinari che il mister e il suo staff ha esaltato nel girone di ritorno con risultato fuori da ogni regola". Cosi' Fabrizio Corsi, presidente dell'Empoli, commenta la promozione in Serie A dell'Empoli. "Credo era inimmaginabile quello che abbiamo fatto, anche se le ambizioni c'erano. Con questo ho vinto 5 campionati, ho ricevuto tanti complimenti e sono sconcertato", ha proseguito il presidente. "L'anno prossimo sara' difficile, ma prendere giocatori sconosciuti e giovani, uniti a 3-4 di esperienza e' sempre stata la nostra forza", ha dichiarato Corsi. Scontata la conferma in panchina di Andreazzoli per la prossima stagione. "Siamo molto riconoscenti ad Andreazzoli, e' gia' sotto contratto con noi se a qualcuno venisse qualche idea", ha concluso.

EMPOLI-NOVARA 1-1
L’Empoli vola a +14 quando mancano quattro giornate al termine del campionato e può partire la festa per la promozione diretta in serie A. Al 36’ Caputo piazza il colpo che sblocca il match per i toscani. Al 45’ Puscas pareggia i conti per il Novara e riporta sulla parità il risultato. Basta un pari: la cavalcata promozione dell’Empoli termina al Castellani.

ASCOLI-PERUGIA 2-2
Un gol per parte nel primo tempo tra le due formazioni. Sblocca il match Cerri al 17’ sotto suggerimento di Mustacchio. Al 33’ Addae risponde, su errore in uscita di Leali. Al 65’ è ancora Cerri a segnare e per il nuovo vantaggio del Perugia. Solo pochi minuti e D’Urso frena gli entusiasmi al 66': termina 2-2 ad Ascoli.

CARPI-AVELLINO 0-0
Primo tempo senza particolari emozioni al Cabassi, da segnalare solo due cambi per infortunio: per l’Avellino entra Laverone per Ngawa al 8’. Anche il Carpi è costretto al cambio al 30’: dentro Concas per Sabbione. Nella ripresa Marchizza rimedia il secondo giallo del match, cartellino rosso e Avellino in 10 uomini dal 57’. Il Carpi però non sfonda e il match termina a reti inviolate.

CESENA-FROSINONE 1-0
Primo tempo equilibrato tra le due squadre con i romagnoli che sembrano più in partita. Nella ripresa arriva il calcio di rigore per il Cesena: dal dischetto ci va Laribi che trasforma il penalty al 53’. La squadra di Castori difende il vantaggio e conquista la vittoria. Per i ciociari il secondo posto è distante un punto.

CITTADELLA-FOGGIA 3-1
Al Tombolato la prima frazione di gioco termina a reti inviolate. Meglio il Cittadella con il trio d’attacco, per il Foggia è Mazzeo a farsi notare. Nel secondo tempo i padroni di casa sbloccano il risultato grazie alla rete di Kouame al 47’ che segna il gol dell’1-0. Succede tutto in pochi minuti: al 62’ Deli ristabilisce la parità, immediata la risposta del Cittadella al 64’ con Schenetti che firma il 2-1. Al 76’ Vido per i padroni di casa piazza il tris.

PRO VERCELLI-PARMA 1-0
La prima frazione di gioco non regala emozioni al Piola. Nella ripresa la Pro Vercelli si va vedere e al 50’ Castiglia segna il gol del vantaggio. La squadra di Grassadonia vince e tiene vivo il discorso salvezza, il Parma spreca la possibilità di staccare il Palermo per restare da solo al secondo posto in classifica.

SALERNITANA-BRESCIA 4-2
I granata non si fanno attendere e al 27’ Sprocati firma la rete del vantaggio per la Salernitana. Nella ripresa il Brescia ristabilisce la parità con Tonali che con un potente sinistro al 53’ firma la rete. Ci pensa Bocalon a riportare in vantaggio i padroni di casa al 60’: 2-1 all’Arechi, poi Zito al 68’ firma il 3-1. La squadra di Boscaglia prova a riaprire il match, ci pensa Okwonkwo al 73’ ad accorciare sui granata. All’82’ Zito firma anche il 4-2 ma esulta togliendosi la maglia, secondo giallo per lui ed espulsione. I granata stringono i denti e conquistano la vittoria.

SPEZIA-CREMONESE 1-0
Prima parte di gioco equilibrata tra le due formazioni con la Cremonese vicina al gol con Arini che non riesce a trovare la traiettoria vincente. Nella ripresa lo Spezia trova il vantaggio nei minuti finali, all’87’ è Maggiore a sbloccare la partita. Al 90’ La squadra di Gallo resta anche in 10 uomini a causa dell’espulsione di Lopez per doppio giallo.

TERNANA-PESCARA 0-3
È più determinato il Pescara e al 24’ sblocca subito il risultato con Machin che intercetta il pallone e piazza la rete dell’1-0. Al 43’ arriva il raddoppio firmato Mancuso. Nel secondo tempo arriva anche la terza rete per il Pescara: all’84’Capone ci mette il destro e cala il tris al Liberati contro la Ternana.

TAGS:
Serie b
38 giornata

Argomenti Correlati

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X