Serie B, il Tribunale federale rinvia le discussioni sui ripescaggi al 28 settembre

Destino segnato per Catania, Novara, Siena, Ternana e Pro Vercelli. Gravina (Lega Pro): "Per quest'anno abbiamo chiesto 7 promozioni"

Serie B, il Tribunale federale rinvia le discussioni sui ripescaggi al 28 settembre

Catania, Novara, Siena, Ternana e Pro Vercelli dovranno aspettare ancora. E questa volta l'attesa potrebbe essere fatale per il loro futuro, che probabilmente significa Serie C nella stagione 2018-2019. Il Tribunale federale nazionale della Figc avrebbe dovuto decidere sul ricorso presentato dal Catania, ma ha disposto il rinvio della discussione al 28 settembre in modo da accorpare tutti i ricorsi degli altri club coinvolti. Al momento vale, quindi, la sentenza di inammissibilità formulata ieri a maggioranza dal Collegio di Garanzia del Coni, pur col parere contrario del presidente Franco Frattini.

Chiaramente contrariata la dirigenza rossoazzurra e quella del Novara, che era presente in aula, ma la decisione del Coni non è piaciuta neanche al presidente della Lega Pro, Gabriele Gravina, favorevole a un ritorno l'anno prossimo alle canoniche 22 squadre ne campionato cadetto: "Ieri sera abbiamo scritto al commissario della Figc che noi chiediamo ufficialmente, come abbiamo fatto soprattutto a seguito di una delibera assembleare unanime, 7 promozioni in serie B a partire dalla stagione 2018/19", ha detto a margine della presentazione dei calendari di Serie C, in cui sono incluse le 5 squadre ricorrenti.

Per il presidente della Lega Pro, che mira a una poltrona federale "un format a 19 squadre in B non esiste, esiste un format sancito nelle carte federali che parla di una serie B a 22. Questo format deve essere ripristinato a fine campionato, come stabilito nelle norme, e come sancito nel comunicato ufficiale del commissario che ha chiarito che il format a 19 è solo per la stagione 2018/19". CI sono anche dubbi su eventuali conflitti di interessi all'interno del Collegio e il dirigente pugliese vuole vederci chiaro: "Ci costituiremo presso gli organi di giustizia perché il format della serie B venga ripristinato a 22. Vogliamo capire se tutto quello che è avvenuto è in linea con il rispetto delle regole civili e soprattutto penali". 

Quanto al giudizio di merito sulla sentenza, Gravina ha preferito non commentare, ma "mi rimetto alla posizione del presidente del Collegio che condivido a pieno. Credo che siano per la prima volta nella storia una pietra miliare dei percorsi giudiziari e aprono degli interrogativi e degli scenari raccapriccianti".

TAGS:
Serie b
Ripescaggi
Gravina
Figc
Coni

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X