Serie B, il Tar fa marcia indietro: per ora si va avanti a 19

Attese novità per il prossimo 26 settembre quando il tribunale amministrativo si riunirà collegialmente. Spera anche l'Entella

Serie B, il Tar fa marcia indietro: per ora si va avanti a 19

Nuovo colpo di scena in serie B. Il Tar ha fatto marcia indietro ed ha accolto le istanze di revoca presentate da Figc e Lega B annullando di fatto quando deciso lo scorso sabato quando aveva accolto i ricorsi presentati da Ternana e Pro Vercelli in merito ad un possibile ripescaggio in cadetteria. Per ora, quindi, il campionato prosegue a 19 squadre come aveva deciso il Collegio di Garanzia del Coni presieduto da Frattini l’11 settembre scorso. Il prossimo appuntamento è per il 26 settembre quando il tribunale amministrativo si riunirà collegialmente per compiere, si spera, la scelta definitiva.

ENTELLA: RICORSO ACCOLTO, SPERANZE DI B

All'interno del caos della serie B si inserisce un'altra variabile, quella dell'Entella, retrocessa lo scorso anno nel playout con l'Ascoli. La I Sezione del Collegio di Garanzia del Coni ha infatti accolto il ricorso della società ligure in merito alla penalizzazione del Cesena per le plusvalenze fittizie: i 15 punti devono essere tolti ai romagnoli dal campionato cadetto scorso e non nel 2018/19. In questo modo l'Entella (che ha già giocato un match in serie C, 3-1 al Gozzano) scavalcherebbe il Cesena nel campionato 2017/18 di serie B, guadagnando la salvezza e avendo diritto a rimanere in B anche in questa stagione.

TAGS:
Serie b
Tar del lazio
Frattini
Figc

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X