Serie B: il Frosinone cade a Palermo, Gnahoré decisivo

Il francese segna il gol che vale la vittoria, i ciociari si arrendono alla squadra di Tedino

Serie B: il Frosinone cade a Palermo, Gnahoré decisivo

Frosinone sconfitto in casa del Palermo nella 30esima giornata di serie B. I rosanero battono la capolista grazie alla rete di Gnahoré (47’), i ciociari mantengono il primato in attesa dell’Empoli. Il Cittadella frena in casa della Cremonese (1-1). Esordio negativo per Epifani a Pescara: il Parma vince 4-1. Pari tra Bari e Pro Vercelli (2-2 al San Nicola). Il Venezia supera l’Ascoli con una rete su penalty di Geijo (47’).

PALERMO-FROSINONE 1-0
Il Palermo batte la capolista Frosinone per 1-0 e va al terzo posto con una partita da recuperare. I rosanero, sostenuti dai 15 mila del Barbera, cercano il vantaggio sin dai primi minuti. Il Frosinone preferisce restare dietro e puntare sul contropiede. La difesa degli ospiti per poco non crolla al 33' quando Nestorovski prende il palo al termine di un'azione tutta in verticale iniziata da Gnahorè e rifinita da Rispoli. Pronta risposta dei laziali con Dionisi che di testa, al 35', impegna Pomini. Il portiere del Palermo è strepitoso pochi minuti più tardi quando si oppone a Ciano e Dionisi, mentre Rispoli salva sulla linea sul terzo tiro degli ospiti. Nella ripresa il Frosinone si fa subito sorprendere dalla triangolazione Gnahorè-La Gumina con il francese che va in rete al 2' incrociando di destro da pochi passi. Il Frosinone cerca il pareggio e si sbilancia con coraggio ma senza creare troppe preoccupazioni a Pomini. I rosanero ne approfittano per il contropiede che diventa pericolosissimo al 40': Rispoli la mette bassa in mezzo, velo di Gnahorè e conclusione di Coronado. Bravissimo Vigorito che si oppone. E' l'ultima occasione di una partita bella e combattuta fino alla fine.

BARI-PRO VERCELLI 2-2
Il Bari punta alla vittoria per tenere accesa la lotta playoff, la Pro Vercelli mira a scacciare l’incubo retrocessione. Brividi per la squadra di Grassadonia con Gozzi che sfiora l’autogol ma poi arriva la risposta vincente proprio dalla Pro Vercelli. Al 40’ Ghiglione supera D’Elia in dribbling e segna la rete del vantaggio. La sfida si accende e i pugliesi ne approfittano, al 67’ Kozak sugli sviluppi di una punizione, segna il gol del pari al San Nicola. La squadra di Grosso trova il vantaggio all’84’ firmato Brienza ma la Pro Vercelli spegne gli entusiasmi e al 92’ arriva la rete di Morra.

CESENA-CARPI 0-0
Termina senza colpi di scena e a reti inviolate la sfida al Manuzzi. La gara si accende subito con Mbakogu, che punta la porta ma non trova la traiettoria giusta. Il Cesena fa buona guardia limitando le incursioni del Carpi costretto già al primo cambio. È poi Saric a fallire una grossa occasione per la formazione ospite.

CREMONESE-CITTADELLA 1-1
La squadra di Tesser vuole subito la reazione dopo la sconfitta di Terni. Al 10’ il direttore di gara segnala un calcio di rigore per i padroni di casa che conquista Gomez, steso da Alfonso. Dal dischetto va Brighenti, ma l’estremo difensore para. La Cremonese tiene i nervi calmi e arriva anche il secondo rigore concesso agli uomini di Tesser, questa volta Gomez non sbaglia il penalty al 35’. Il Cittadella ci mette tanta intensità e al 52’ arriva la rete di Iori di testa a ristabilire la parità.

PERUGIA-FOGGIA 2-0
Poche occasioni da rete nella prima fase di gioco tra le due formazioni. Nei minuti finali ci pensa Cerri a risvegliare gli animi con una conclusione che però non trova la porta. Nella ripresa è la squadra di Breda a trovare il vantaggio proprio con Cerri al 59’. Arriva anche il rigore per il Perugia, fallo di mano di Tonucci, Diamanti dal dischetto trasforma il penalty in gol al 73’.

PESCARA-PARMA 1-4
Debutto di Epifani sulla panchina del Pescara dopo l’esonero di Zeman. I delfini sfiorano la rete con Brugman ma il Parma spezza subito l’entusiasmo. Al 10’ arriva la rete di Calaiò a firmare il vantaggio per la squadra di D’Aversa. Nella ripresa è solo Parma, al 69’ Ceravolo firma la seconda rete del match e al 72’ Gagliolo chiude i giochi. Il Pescara trova la reazione al 79’ grazie a Bunino ma Scavone all’83’ chiude definitivamente la partita per il Parma.

SPEZIA-TERNANA 1-1
Soltanto pochi minuti e lo Spezia accende subito il match con Forte che però non trova la zampata vincente. La Ternana al 28’ sblocca il risultato: schema su punizione con Finotto che segna il gol del vantaggio. La squadra di De Canio non molla ma deve arrendersi al 43’: Forte trova la giocata vincente, supera Sala e insacca la rete che vale il pareggio. Nessuna sorpresa nella ripresa e la gara termina 1-1 al Picco.

VENEZIA-ASCOLI 1-0
Nessun colpo di scena nel primo tempo con l’Ascoli che prova ad arginare la squadra di Inzaghi. Musica diversa nella ripresa che si apre subito con un calcio di rigore concesso al Venezia. Dal dischetto ci va Geijo che non sbaglia la conclusione dagli undici metri al 47’. Sul finale arriva anche l’espulsione diretta per De Santis all’81’ e Ascoli in dieci uomini.

TAGS:
Serie B
Bari
Parma
Cremonese
Frosinone
Palermo

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X